Esplorando un paese immerso  nel verde e ricco di storia!                             

La strada del vecchio trenino

Vaca Mora

Vaca Mora era il termine popolare con cui veniva chiamato il trenino a cremagliera, inaugurato nel 1910 e attivo fino al 1958, che collegava Rocchette, un paesino dell’alto vicentino, ad Asiago, centro principale dell’altopiano dei Sette Comuni, nella regione Veneto. Una curiosità che potrebbe spiegare il suo nome singolare è data dal fatto che qualche ferroviere, in vena di scherzi, si inventò di porre una traversina in ferro sul camino della locomotiva. In questo modo il fumo, uscendo, si biforcava assumendo le sembianze di due corna bovine. Oggi, tolti i binari, la strada è diventata una pista ciclo pedonale adatta a tutta la famiglia e percorribile, anche con passeggino, in tutte le stagioni dell’anno. Il percorso parte da Campiello, a Treschè Conca, ed arriva fino ad Asiago, per un totale di 14 km. Attraversa prati e boschi, restando però sempre ai margini dei paesi e senza incontrare strade trafficate.

Non ci sono salite impegnative e anche il fondo, prevalentemente sterrato, è adatto a qualsiasi genere di suola sportiva. Lungo il percorso ci sono varie postazioni didattiche, molto utili ed esaustive, e in direzione Treschè Conca due gallerie illuminate, dove a Natale viene allestito un presepio molto bello.

Noi siamo partiti da Canove, dove c’è un ampio parcheggio adiacente il Museo della Grande Guerra, che merita una visita, e qui all’esterno potrete ammirare un esemplare restaurato della Vaca Mora.

Superato il paese di Canove, si prosegue verso Asiago, con il suo tratto finale su di un piccolo avvallamento, che offre allo sguardo una vista panoramica su prati e pascoli e sulle montagne che circondano l’altopiano, che d’inverno sono innevate.

Lungo il percorso non mancano luoghi di sosta per fare uno spuntino o semplicemente ammirare lo splendido paesaggio. 

                                               

Panorama  di Asiago

Il nostro itinerario si conclude alla vecchia stazione del treno di Asiago, con ampio parcheggio, vicino al Parco Millepini, un bellissimo bosco attrezzato con aree gioco per bambini. Dopo esserci rifocillati, mentre la nostra bimba di quattro anni si divertiva sui gonfiabili, riprendiamo la via del ritorno, seguendo lo stesso percorso fino a Canove. 

      I Giardini di Natale ad Asiago

Giardini di Natale  ad Asiago
I Giardini di Natale

                                     

Se vi trovate ad Asiago durante il periodo invernale, non potete mancare al mercatino natalizio che, con le sue numerose casette di legno, vi delizierà sia gli occhi che il palato. Troverete idee regalo originali ed artigianali, addobbi raffinati per la casa e per l’albero di Natale, prodotti naturali e tipici, primo fra tutti il formaggio Asiago.

Per le strade si potranno poi gustare i dolci tipici delle feste e sorseggiare un bicchiere di vin brulè o una cioccolata calda, circondati da un’atmosfera magica. Se desiderate acquistare dei prodotti caseari tipici, vi consiglio di andare al Caseificio Pennar, che dista dieci minuti da Asiago.

Qui potrete trovare ottimi formaggi locali tra cui l’Asiago, il Pennarone e il Thal, un formaggio dolce originario di questa zona. Per info e orari del mercatino visitate il sito https://www.asiago.it/it/home/

Prodotti  Tipico di Asiago
Prodotti tipici di Asiago
Mercatini di Asiago
Tipico Mercatino

Come arrivare ad Asiago

In auto:dall’autostrada A4 (MI-VE) in prossimità dell’uscita Vicenza Est si imbocca l’autostrada A31 della Valdastico fino all’uscita di Piovene Rocchette. Proseguire sulla SP349 del Costo in direzione Asiago. 

Per chi proviene dal Brennero può uscire a TN Nord o Sud, percorrere la SS47 della Valsugana passando per Lavarone e per Vezzena. Da qui la SS349 conduce ad Asiago

In treno:da MI e da VE fino a Vicenza. Da qui è possibile proseguire sempre in treno fino alle stazioni di Bassano del Grappa o di Thiene. 

Dove mangiare e dormire ad Asiago

Agriturismo Cà Sorda si trova in contrada Pennar. È un Bed and Breakfast a gestione familiare aperto tutto l’anno. Dispone di otto camere tutte arredate in stile montano con la possibilità di scegliere tra mezza pensione o pensione completa.

La cucina con piatti tipici della zona è aperta il venerdì, sabato e domenica sia a pranzo che a cena. È consigliata la prenotazione. Sito web https://www.casorda.it/

Tipico Ristorante  ad  Asiago

Malga Spill ottimo punto d’appoggio per degustare i piatti tipici della zona. Rapporto qualità prezzo ottima. Vi consiglio di telefonare, perché l’agriturismo è aperto solo in alcuni periodi dell’anno. 

By LARA SELLA ( mamma Tracking)

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: