Category

Pensieri e Parole!

Category

Ciao care amiche di Scrivere a Colori, come state? Questo articolo per me è il primo del 2019. Abbiamo salutato da poco il 2018 e dato il benvenuto al 2019! Il 2018 per me, come già sapete è stato un anno duro,fatto di grandi perdite che ancora faccio fatica a mandare giù. Se mi seguite nei social, saprete sicuramente che a maggio del 2018 ho perso mio padre. Io e lui non siamo mai andati d’accordo, negli ultimi anni la situazione era peggiorata a tal punto che l’ultimo litigio è stato un paio di giorni prima che moriva. Ora vivo con il rimorso di non avergli  chiesto scusa. Solo ora mi rendo conto che le persone non cambiano e che se vuoi viverci in modo sereno devi accettarle così come sono anche se è difficilissimo. Vorrei poter tornare indietro e chiedergli scusa ma non si può, l’unica cosa che ora…

Carissime amiche, oggi vi parlo di un argomento che mi sta particolarmente a cuore… CHE SIGNIFICA ESSERE BLOGGER? Molto spesso, quando presentandomi dico che sono anche una blogger, scorgo nella faccia del mio interlocutore un misto tra stupore e scetticismo. Così, dopo mille ragionamenti, sono arrivata alla conclusione che tale atteggiamento è perché il più delle persone in realtà non sa nemmeno in che cosa consista l’essere blogger! Pensano, che essere blogger significhi vivere di gift box, scattare migliaia di foto e fare solo le stories su Instagram… ok, facciamo anche quello, ma in realtà E’ MOLTO MOLTO MOLTO DI PIU’! Partiamo dalla base: Per definizione, un blogger è colui o colei che  gestisce un blog, cioè un particolare sito internet, in cui vengono pubblicati degli articoli con lo scopo di informare i propri lettori, discutere, relazionarsi  e confrontarsi; in poche parole… una rivista online però interattiva! Al pari del…

Salve cari amici di Scrivere a Colori, oggi è 14 febbraio la festa degli innamorati. In questo giorno, ci si ricorda di essere innamorati. Una settimana prima di questo giorno, gli innamorati fanno le corse per comprare i regali ai propri partner organizzare cenette romantiche. Nessuno però si è mai soffermato a pensare perché questo giorno è così importante per le coppie. Perché in questo giorno gli innamorati festeggiano il loro amore? Prima di rispondere a questa domanda vediamo prima chi è il santo Valentino. Chi è San Valentino? San Valentino, detto anche san Valentino da Terni o san Valentino da Interamna (Terni, 176 circa – Roma, 14 febbraio 273), è stato un vescovo romano, martire. Venerato come santo dalla Chiesa cattolica, da quella ortodossa e successivamente dalla Chiesa anglicana, è considerato patrono degli innamorati e protettore degli epilettici. Origini della Festa La festa di San Valentino sembra sia nata…

Il nuovo anno 2018, è oramai un mese che è entrato a far parte delle nostre vite. Caro nuovo anno 2018, è un po’ oramai che sei entrato ufficialmente nelle nostre vite, eppure già mi stai facendo arrabbiare, perchè sin da subito ho creduto in te, ed invece tu che fai, mi deludi così? Io, ho meditato a lungo se scrivere o no questa lettera ma sento il bisogno reale di volermi sfogare, perchè questo inizio di anno sinceramente mi ha un po’ deluso! Speravo che tu eri il mio anno, l’anno in cui potevo essere veramente vincente! Il 2017 per me è stato un anno di consapevolezza ed accettazione. La consapevolezza, che il passato non può cambiare e accettarlo per poter ritornare a vivere e non a sopravvivere. Poi arrivi tu, in te avevo riposto la speranza del mio cambiamento, sia mentale, che fisico e che fai? Mi metti…

Oggi è la giornata Internazionale della consapevolezza sulla morte dei bambini durante e dopo la gravidanza (Baby Loss Awareness Days). Questa giornata è nata per condividere la memoria di un figlio che non è mai venuto alla luce o non ce l’ha fatta nelle prime ore di vita. E voluta anche per rompere il tabù che sta intorno a questo lutto. Questo è un tema che mi è molto caro, perché ho avuto un aborto spontaneo anche io. Sono passati tre anni oramai da quel giorno, volevo dimenticare, ho provato mi sono resa conto che non si può dimenticare. Con il tempo puoi alleviare le ferite ma non dimenticare. Era la mia seconda gravidanza inaspettata ma ben accettata, purtroppo però iniziata male fin da subito, non ci feci tanto caso perché anche la mia precedente gravidanza era iniziata male, quindi ho continuato a fare tutto ciò che facevo normalmente. La…

Oggi è la giornata, in cui si festeggiano i “nonni”, una figura molto importante nella crescita emotiva di un bambino. Per una come me, straniera che vive da tanti anni in questo paese è sempre stato un giorno come un altro, anzi forse da cancellare dal calendario. Quando ero piccola, tutti riportavano a casa i lavoretti fatti a scuola, io il mio lo buttavo nel cestino, perché non avevo nessuno a cui darlo. Mi spiego meglio… i miei nonni abitavano in Albania, e quindi fondamentalmente non avevo nessuno a cui darli, li rivedevo ogni 4 anni circa. I miei primi sette anni li ho vissuti con i nonni materni, i più bei anni della mia vita, mia madre era sempre impegnata per lavoro,  mi lasciava con loro per tutta la settimana e mi veniva a prendere nel weekend. Ricordo quegli anni come belli e sereni, poi un bel giorno tutto…

Buongiorno cari amici di Scrivere a Colori, oggi vi parlo della fine di un altro anno della scuola materna di mia figlia Emma. Ebbene sì, un altro anno è passato, e ci manca l’ultimo prima di andare alle elementari. Per noi l’anno è finito ufficialmente il giorno della recita scolastica, non ce l’abbiamo fatta a continuare fino all’ultimo giorno. Il primo anno alla scuola di infanzia per Emma è stato molto duro… era appena nata la sua sorellina, aveva tolto il ciuccio, aveva tolto il pannolino e iniziava una nuova avventura, quindi immaginate un po’ che mix di emozioni  (povera stellina). Al secondo anno invece, ha frequentato molto poco, perché è sempre stata male. Quest’anno invece, abbiamo iniziato e finito benissimo. Sono stata super contenta, e le maestre mi hanno fatto tanti complimenti. Io da mamma devo fare i complimenti a loro, alle maestre sempre presenti e attente! Ho notato…

Scrivere una parola, semplice che racchiude in sé un valore importante. Ci sono varie forme di scrittura che sono: L’autobiografia: aiuta a guardarci dentro e capire, accettando ed elaborando il proprio passato; Diario: è uno sfogo giornaliero su ciò che ci succede nella nostra vita, questa forma di scrittura viene usata anche da psicologi come terapia per i propri pazienti. Il Blog: anch’esso come il diario una forma d’aiuto diversa e forse in un certo senso migliore perchè a differenza del diario ti mette a confronto con i lettori che leggendo ciò che si scrive nel blog può interaggire con commenti dando sostegno e supporto. A me personalmente il blog sta aiutando molto. Quest’ultimo a me ha aiutato tanto. Ho aperto questo blog, che appunto si chiama “Scrivere a Colori” per sfogarmi. Ho avuto un periodo di stress tale che scrivere mi ha aiutato tanto. Scrivere, ti può…

Ciao cari amici di scrivere a colori. Oggi è la festa della mamma, in questo giorno, non avendo ricevuto nessun regalo a parte il bigliettino della scuola con la poesia di Emma, ho deciso di preparami una torta. Non sono mai stata un’amante dei dolci, ma da quando sono diventata celiaca, non so bene il perchè ne sono diventata dipendente! Avete presente quando vi mettete a dieta, e da quel momento vi viene più fame, ecco a me è successo proprio quello. Ecco la mia torta “Moretta”, per celiaci! Ingredienti: 4 uova; 4 cucchiai di zucchero; 3 cucchiai di farina; 1 cucchiaio di cacao; mezza bustina di lievito Procedimento: Con uno con un robot da cucina, montare le uova con lo zucchero fino a quando il composto sarà triplicato. Incorporare delicatamente farina di riso e cacao ed il lievito. Io da celiaca, per il lievito ho usato quello di Pane…

Buongiorno, amici di Scrivere a Colori! Ricordale le “Scintille di Gioia” di Silvia Fanio? Ve ne ho parlato la scorsa settimana proprio sul blog. Oggi, condivido con voi la seconda parte del gioco. 1) La settimana non è iniziata proprio bene… martedì mio marito non si è sentito molto bene, quindi siamo rimasti a casa tutto il giorno. Fortunatamente, dopo un riposino pomeridiano è migliorato un po’, e durante la cena abbiamo visto un film d’animazione con le nostre bimbe, “Zootropolis” della Walt Disney, molto bello e divertente! 2) Qualche piccola soddisfazione con il blog, soprattutto con la pagina di Facebook, dove i like e le interazioni con i Followers sono  in continua crescita. 3) Non poteva finire in modo migliore…il festeggiamento del terzo compleanno di mio nipote. È stata una festa intima, dopo cena, con amici stretti e parenti. La cosa emozionante è stato vedere  giocare le mie piccole con il loro “fratellino”…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: