Category

Uncategorized

Category

Ciao care amiche di Scrivere a Colori, come state? Questo articolo per me è il primo del 2019. Abbiamo salutato da poco il 2018 e dato il benvenuto al 2019! Il 2018 per me, come già sapete è stato un anno duro,fatto di grandi perdite che ancora faccio fatica a mandare giù. Se mi seguite nei social, saprete sicuramente che a maggio del 2018 ho perso mio padre. Io e lui non siamo mai andati d’accordo, negli ultimi anni la situazione era peggiorata a tal punto che l’ultimo litigio è stato un paio di giorni prima che moriva. Ora vivo con il rimorso di non avergli  chiesto scusa. Solo ora mi rendo conto che le persone non cambiano e che se vuoi viverci in modo sereno devi accettarle così come sono anche se è difficilissimo. Vorrei poter tornare indietro e chiedergli scusa ma non si può, l’unica cosa che ora…

Oggi parliamo di come sopravvivere ai pranzi ed alle cenette delle festività, mantenendo lo stesso peso di partenza! Io ho l’ansia delle festività, perché come saprete mi sono messa a dieta un mese prima di Natale. Lo so è da pazzi farlo, ma tanto ogni momento dell’anno non è mai l’ideale e poi io sono celiaca comunque non mangerei niente, metti anche che ho un marito ristoratore e quindi le occasioni per strafare a parte la Vigilia è Natale, saranno nulle e allora mi sono detta perché no? Ed ecco che mi sono decisa a farlo ma nonostante tutto, la paura di strafare c’è anche per me, allora ho pensato a come provate a sopravvivere alle festività. Si può sopravvivere alle festività, con qualche accortezza. Io per sopravvivere intendo riuscire a mantenere lo stesso peso che avevate quando sono iniziate le festività. Allora iniziamo con i nostri consigli: Moderazione: scegliere…

Carissime amiche, mancano pochi giorni alla festa più golosa dell’anno, ed eccovi la mia idea per cucinare dei fantastici biscotti.  Perché a Natale bisogna sporcarsi le mani! E quindi biscotti… che sanno di buono. Biscotti fatti a mano e a cuore con un ingrediente da acquistare più spesso, una farina naturale e integrale. Gioiosi per il palato, lo stomaco e per chi ha tanto calore da dare, vi dirò io quando… Tempo di preparazione: 10 minuti per l’impasto, 2h riposo pasta frolla, 40 minuti in forno. Ingredienti per 24 biscotti bassi (o 12 alti) 230 gr Burro 150 gr Zucchero (di canna o semolato) 1 pizzico di sale 1 uovo intero 425 gr Farina di Grani antichi o Farro Calore nelle mani…e nel cuore Preparazione Il burro va fatto raffreddare a temperatura ambiente per qualche minuto in modo da facilitarne il taglio a cubetti più piccoli che potete! Nella planetaria…

Carissimi, oggi vogliamo vedere solo i vostri sorrisi splendenti quindi vi proponiamo un dolce divertente e d’effetto! I miei aiutanti preferiti per “cucchiaiare” questo dolce sono i bimbi, a loro piacerà moltissimo!!! Eccovi quindi, una ricetta divertentissima, da fare con i bambini! Ingredienti: 3 uova intere; 250 g di farina 0/0; 250 g di zucchero; 120 ml di acqua; 100 ml di olio; Scorza di limone grattugiata; 1 busta di lievito per dolci; 1 cucchiaio di cacao in polvere; 2 ciotole; Preparazione: 40 minuti cottura , 15 minuti per ingredienti + presentazione 8 porzioni Preparazione Preparare tutti gli ingredienti, grattugiate la scorza di limone e setacciate la farina. 2. Montare le uova con lo zucchero finchè non verrà fuori un composto spumoso, giallo e brillante 3. Aggiungere nell’ordine acqua, olio, farina setacciata, lievito e  scorze di limone. Se usate un robot…

Uno degli argomenti che negli ultimi tempi sta creando grande interesse in ambito educativo è senza ombra di dubbio quello delle regole. Sempre più spesso infatti mi trovo a confrontarmi con genitori confusi, che mi chiedono cosa devono fare per far rispettare le regole e soprattutto come gestirle, in casa e fuori, per far sì che vengano comprese e interiorizzate dal loro bambino. Ci tengo innanzitutto a sottolineare che il primo passo è quello di sfatare il falso mito che le regole siano delle imposizioni e in quanto tali pongono i genitori sotto una cattiva luce, portandoli a temere di essere considerati  dei “cattivi” genitori. Ma le regole non devono essere viste come degli ordini o dei divieti autoritari; esse vanno considerate piuttosto come dei paletti, dei confini indispensabili per contenere il bambino e per farlo crescere in modo sereno, sano ed equilibrato. Le regole infatti rappresentano una fonte di…

Salve cari amici di Scrivere a Colori, fra poco sarà Natale, siete contenti? Con il Natale alle porte, inizia ufficialmente il periodo: “Non so cosa regalare!”. Una nota dolente perché fare un regalo non è sempre facile. Bisognerebbe regalare quello che a noi farebbe piacere ricevere, o immedesimarsi nella psiche del destinatario del regalo e ipotizzare cosa potrebbe piacere a lui? Bel dilemma… Ecco io detto francamente, vorrei un regalo rilassante, un regalo che mi porti Benessere non solo fisico ma anche psichico. Quindi a Natale Regalate il Benessere! Oggi vi propongo non solo tante idee sul benessere, sia fisico che psichico, ma anche poter comprare seduti comodamente alla vostra scrivania, davanti al vostro computer! Pensateci bene,niente code nei negozi, in questo modo eviterete di arrivare stressati alla vigilia di Natale! Allora iniziamo… Percorsi di Life Coaching con Giulia Viti, in cui puoi migliorarti interiormente e non solo anche…

Carissime amiche, era da tanto che sul blog non si parlava di creatività e “Fai da te”…ma quale periodo dell’anno, è più indicato per sprigionare la fantasia e gli “attacchi di arte”, se non il Natale?! Eccomi quindi, pronta a raccontarvi passo dopo passo, come ho creato una ghirlanda di Natale, riciclando i tappi di sughero. Qualche settimana fa, sistemando il garage, ho ritrovato un sacchetto pieno zeppo di tappi di sughero. Quando ero piccola li collezionavo,  e con il passare del tempo li ho conservati in attesa di un’idea che mi portasse a riciclarli per creare qualcosa di nuovo. Visto che lo scorso anno la mia ghirlanda si è rovinata, e  che sarei dovuta uscire per comprarne una nuova, ho deciso di  creare da zero la mia ghirlanda natalizia interamente in sughero. OCCORRENTE: Tanti tappi di sughero uguali tra loro! (io ho preferito quelli da spumante); Colla a caldo; Nastri colorati;…

Ciao ragazze.. la mia più grande passione è la moda, e tutto quello che riguarda il mondo femminile, dal make-up, ai vestiti più stravaganti. Mi piace leggere riviste che parlano di questo mondo,  ultimamente leggendo Donna Moderna  mi sono imbattuta nella sezione “tendenze”, e curiosa di sapere cosa avremmo indossato questo inverno, ho iniziato la mia ricerca online… Curiose di scoprire le nuove tendenze??? Ecco un riassunto delle mie letture… Premetto, che io amo il total black, senza dubbio, ma questo inverno diremo addio ai colori tradizionali dell’ inverno. Quest’anno la stagione più fredda si tinge dei colori dell estate, ma non mancheranno comunque i colori neutri, ottimi per ogni momento della giornata!! I colori scuri di tendenza saranno : Red pear che è un rosso leggermente opaco e scuro, abbinabile con il nero, panna e marrone Ultra violet più impegnativa, ma comunque abbinabile, con il nero, giallo e beige Martini…

S.O.S. COMPITI: IMPARARE A GESTIRLI EVITANDO URLA E STRESS La scuola è ormai iniziata e con essa anche i problemi legati alla gestione dei compiti, un argomento molto dibattuto, che spesso ha dei grandi risvolti anche sulla vita familiare. Sempre più frequentemente infatti i compiti a casa sono una delle maggiori cause di attrito in quanto, le ore spese sui libri, invece di essere un piacevole momento per stare vicino al proprio figlio, si trasformano in un’occasione di scontro e conflitto tra genitori e figli. Ecco allora 3 pratici consigli per evitare pianti, urla e litigi. IL VERO OBIETTIVO DEL “FARE” I COMPITI I compiti hanno uno scopo ben preciso, e sono davvero utili, quando l’obbiettivo è ben chiaro al genitore. I compiti per casa infatti servono innanzitutto per consolidare ciò che si è fatto durante le ore di scuola. Per questo motivo è importante che questi siano…

Carissimi lettori, oggi vi parlo della mia adorata terra, la Sicilia… e di una delle sue tradizioni più antiche: “la festa dei morti”. In molte culture, i “morti” fanno un po’ paura ai bambini, ma in Sicilia, no! Addirittura si parla di “festa” e non di “commemorazione”… curiosi di sapere perché? Negli anni passati, il rapporto con una persona cara dopo la sua dipartita era molto più vivo di adesso… si andava a trovarli al cimitero, gli si portavano fiori, candele e addirittura si mangiava sulla tomba o nella cappella di famiglia (tradizione in seguito proibita da un editto papale, ma tuttora viva in certi paesi della Calabria).  Andare al cimitero è sempre stato come “andare a trovare la zia lontana”… quindi ZERO TRISTEZZA. Inoltre ai bambini buoni e ai poveri, veniva regalato il “Cannistro”, cioè un cesto di vimini pieno di doni di varia natura. Anche se a poco a…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: