Archive

Settembre 2017

Browsing

Oggi è la giornata, in cui si festeggiano i “nonni”, una figura molto importante nella crescita emotiva di un bambino.

Per una come me, straniera che vive da tanti anni in questo paese è sempre stato un giorno come un altro, anzi forse da cancellare dal calendario.

Quando ero piccola, tutti riportavano a casa i lavoretti fatti a scuola, io il mio lo buttavo nel cestino, perché non avevo nessuno a cui darlo.

Mi spiego meglio… i miei nonni abitavano in Albania, e quindi fondamentalmente non avevo nessuno a cui darli, li rivedevo ogni 4 anni circa.

I miei primi sette anni li ho vissuti con i nonni materni, i più bei anni della mia vita, mia madre era sempre impegnata per lavoro,  mi lasciava con loro per tutta la settimana e mi veniva a prendere nel weekend.

Ricordo quegli anni come belli e sereni, poi un bel giorno tutto cambio, io mi dovetti trasferire in un altro paese e quell’amore e quel calore familiare che ti sanno dare solo loro, li ho persi per sempre in quel viaggio verso l’Italia,

Non fu più niente come prima, non erano morti, ma per me erano morte quelle giornate passate assieme, perchè oramai li rivedevo una volta ogni 4 anni,e solo per una settimana, insomma tutto era cambiato!

Ho imparato a crescere senza il loro amore.

Quest’anno invece qualcosa è cambiato, è morto il nonno di mio marito, dopo sette anni che lo conoscevo, ironia della sorte anche lui l’ho perso dopo sette anni.

Non era mio nonno biologico ma affettivo si.

Era una di quelle persone che non parlava molto ma quando lo faceva ti toccava il cuore.

Mi ricordo un episodio di quando ero in dolce attesa.

Tutti facevano scommesse sul sesso del bambino/a e lui molto tranquillamente mi disse “è femmina” e così fu , anche con la seconda anche “anche questa è femmina” , ad entrambe indovinò.

Ecco era un uomo semplice, che ha lavorato tutta la vita, per mantere la sua famiglia.

Il sorriso di un nonno, un tesoro da custodire tra le più grandi ricchezze.”

Ecco io mi custodirò nel cuore quel sorriso timido e sincero.

Quest’anno più che mai, sento la mancanza dei miei nonni, quest’anno più che mai vorrei un loro abbraccio, una loro carezza, ed invece ricevo come ogni anni una telefonata, (meglio di niente).

L’unico senso di colpa che ho, è quello che non sono andata a trovarlo molto spesso, perchè tante volte i nonni si danno per scontati, si pensa sempre che siano eterni, ed invece no, perchè nessuno è eterno.

Proprio perché conosco il dolore del distacco dai nonni e la bellezza di vivere con loro, quando possibile cerco sempre di portare le mie bimbe con i loro nonni… voglio che loro vivano i nonni il più possibile.

In modo che un giorno, possano ricordare tanti episodi, aneddoti ed avere un pensiero per loro. 

In questo giorno, voglio fare un appello:non date per scontato le persone, non date per scontato soprattutto i vostri nonni, e andate a trovarli!

“Sprecate” un po’ del vostro tempo con loro, e…abbiate tanta pazienza. Se da piccoli loro si prendevano cura di voi, oggi prendetevi voi un po’ cura di loro.

VIVETE le persone, VIVETE…

Enisla Meca

 

Ciglia lunghe e folte: il dilemma delle donne.

Ammettiamolo; quante volte ci siamo fatte ingannare da quelle pubblicità di mascara che ci proponevano risultati immediati e impressionanti con una sola passata? Quanti soldi abbiamo speso dietro alla speranza che uno scovolino diverso potesse arginare il “problema” ciglia corte?

Oggi voglio parlarvi proprio di questo, di come avere ciglia lunghe, folte e forti senza l’utilizzo di mascara o prodotti ad effetto immediato che oltre a non essere così “miracolosi” come spesso ci vengono proposti, sono anche a lungo andare controproducenti per il benessere delle nostra ciglia, rendendole troppo pesanti e spesso anche spezzandole.

Se c’è una cosa da ricordare è che non possiamo coprire senza curare, mi spiego meglio, se abbiamo il problema di avere ciglia troppo corte, non possiamo pretendere che soltanto ricoprendole di mascara nero il problema svanisca. Bisogna agire da principio, sì, magari il mascara darà MOMENTANEAMENTE un effetto rimpolpante,ma non provvederà a rendere davvero le vostre ciglia forti e lunghe.

Oggi voglio mostrarvi due soluzioni semplici ed economiche che possono stravolgere completamente la situazione. C’è una regola però: avere pazienza. Non posso promettervi risultati immediati alla prima passata, ma già dopo i primi sette giorni inizierete a notare il cambiamento.

Di cosa sto parlando?

Numero uno: L’OLIO DI RICINO. 

Reperibile facilmente in farmacia al bassissimo costo di due euro (ovviamente dipende da dove lo acquistate, ma all’incirca la spesa si aggira su quella somma.)

Come utilizzarlo?

Semplicemente applicarlo sulle ciglia due volte al giorno (mattina e sera), aiutandovi con un cotton fioc.

Per esperienza personale vi dico di NON esagerare e di applicarne una quantità minima su tutte le ciglia, poiché a contatto con gli occhi potrebbe bruciare. Ovviamente raccomando a chi ha una pelle sensibile di provare prima ad applicarlo sul dorso della mano per testare eventuali allergie.

Io personalmente ho notato risultati visibili dopo una settimana, andando mano a mano a migliorare nei giorni successivi, ora lo applico quotidianamente prima di andare a dormire.

Numero due: HENNE’ SCURO.

Lo trovate facilmente in erboristeria a poco prezzo.

Questa volta la procedura potrebbe richiedere più tempo, ma non disperate, niente di eccessivo!

In un contenitore piccolo versate la polvere di henné (quanto basta per coprire interamente le vostre ciglia), aggiungete qualche goccia di acqua, finché il composto non diventa pastoso (attenzione, NON liquido!).

Dopodiché applicate il composto con un pennellino (per questa procedura lo preferisco rispetto al cotton fioc) , in modo da ricoprire sia le ciglia inferiori che superiori. Noterete dopo pochi secondi che l’impasto si è seccato, non preoccupatevi, non danneggerà in nessun modo le vostre ciglia!

Io lo consiglio solitamente due/tre volte al mese, questa procedura serve per rinforzare le ciglia, che al tatto saranno più dure e robuste.

Questi due metodi possono essere utilizzati contemporaneamente o separatamente, entrambi garantiscono effetti notevoli e duraturi.

Detto questo vi saluto e vi ringrazio prontamente per la vostra attenzione,vi auguro una buona lettura del blog, spero di essere riuscita a fornirvi informazioni utili e soprattutto efficaci!

Miriana.

Cari amici di scrivere a colori oggi vi segnalo questo evento Avon Running.

LA PRIMA CORSA DEDICATA ALLE DONNE CELEBRA #20ANNIBELLISSIMI

Sono aperte le iscrizioni!

Il 14 e 15 ottobre a Milano torna l’evento sportivo di Avon,

dedicato quest’anno alle nuove generazioni

per sostenere le donne nella lotta

contro il tumore

Avon Italia presenta la 20esima edizione di Avon Running, la prima corsa dedicata alle donne, che torna anche quest’anno a Milano il 14 e 15 ottobre, per un week end all’insegna della bellezza, dello sport, del divertimento e della solidarietà.

Sono aperte ufficialmente le iscrizioni per le corse di Milano: 5 e 10 k

m non competitive e, per le Run Lover che amano le sfide, la 10 km competitiva.

È possibile iscriversi on line sul sito www.avonrunningtour.it, nei punti iscrizione selezionati o direttamente al Villaggio Avon Running.

Un appuntamento storico, che con un fine filantropico, ha contribuito a promuovere la passione per la corsa. Avon Italia è riuscita a raccogliere durante questi #20annibellissimi più di 7,5 Milioni di euro

L’edizione 2017, organizzata in collaborazione con la società di promozione sportiva Friesian Team, è una manifestazione dedicata alle nuove generazioni, che si traduce in un impegno concreto anche in ambito sociale. Quest’anno, infatti, Avon Running punta a sostenere Fondazione IEO-CCM e LILT Bari con due progetti diversi per un unico obiettivo: la prevenzione del tumore al seno in età giovanile e la ricerca sull’incidenza correlata alla familiarità. Si, perché il tumore si sconfigge solo attraverso la corretta prevenzione che è diversificata per fascia d’età e caratteristiche personali, come il patrimonio genetico.

Quest’anno con Avon Running #vincechicorre. Per la prima volta Avon Running punta ad ampliare la raccolta fondi dando la possibilità a chiunque di donare direttamente online. L’appello di Avon è esteso a tutti, con l’obiettivo di unire nuove e vecchie generazioni, invitandole a correre, fianco a fianco verso un unico traguardo: sconfiggere il tumore al seno.

La festa continua prima e dopo la corsa, all’interno del Villaggio Avon Running a Milano, sabato 14 e domenica 15 ottobre, per trascorrere un week end all’insegna di benessere, divertimento, sport e solidarietà.

Anche quest’anno, inoltre, le iscrizioni a numero chiuso sono aperte anche agli “uomini che vogliono supportare ed essere al fianco delle donne”, cioè a tutti coloro che credono nell’uguaglianza di genere e che vogliono che le loro amiche, mogli, figlie, sorelle e madri siano libere da ogni pregiudizio.

Partner tecnico in questa bellissima avventura per il secondo anno consecutivo Diadora, il marchio dedicato allo sport, capace di coniugare avanguardia stilistica, innovazione e tecnologia. Diadora vestirà tutti i partecipanti, realizzando in esclusiva per Avon Running la nuova maglia ufficiale 2017!

SONY DSC

In occasione del ventesimo compleanno di Avon Running, RDS 100% Grandi Successi, media sponsor e radio ufficiale, animerà il Villaggio Avon Running con diverse iniziative speciali, per supportare l’impegno per le donne e la raccolta fondi a favore di programmi e progetti della Avon Breast Cancer Crusade.

Inoltre, main sponsor, HoMedics, principale player mondiale nella realizzazione di prodotti a livello domestico in grado di semplificare il mantenimento della salute e del benessere, al fianco di Avon Running e di tutte le donne nella prevenzione e nella lotta contro il tumore al seno.

Infine, FlixBus, innovativo operatore della mobilità che ha cambiato il modo di viaggiare di milioni di persone con la rete di autobus intercity più estesa d’Europa, che in qualità di partner offrirà sconti e promozioni speciali a tutti quelli che correranno insieme ad Avon Running o che parteciperanno alla festa al Villaggio in piazza Castello a Milano.

Per informazioni, iscrizioni e donazioni visita www.avonrunningtour.it
Oppure scrivi a avonrunning2017@gmail.com

Tieniti sempre aggiornato, consultando i canali social ufficiali:
Facebook Instagram Twitter You Tube

Alla prossima con Scrivere a Colori da Enisla Meca!

Autore: Rossella Calvi, ha un figlio al quale ha raccontato tante storie: quando era piccino rimaneva affascinato dai racconti sugli animali. Per 20 anni ha lavorato in ufficio e ora la sua ricerca segue i percorsi della sua fantasia e della sua curiosità. Ha frequentato Lyceum Academy, dove, dopo un percorso biennale, si è certificata Esperta in Laboratori Esperienziali con Metodo ArtLab. I laboratori con i bambini sono la sua passione. Realizza con gioia biglietti augurali per tutte le occasioni, è docente in ambito artistico presso l’Università delle Tre Età. Un bel giorno decise di inserirsi in un bellissimo gruppo su Facebook dove si scrivevano storie a più mani: un’esperienza di condivisione molto interessante. Ha pubblicato con Youcanprint “Agostina, la vespa”, “la Balena Marisa, “Rodolfo, nonno pinguino. Illustratore: Julitos Koba: Julitos Koba, è un grafico, disegnatore e illustratore, nato nella città di Mogi das Cruzes. Si è laureato in Graphic Designer di Universidade Paulista (UNIP) e da qualche anno lavora nella zona Designer come freelancer, sviluppando un lavoro per organizzazioni partner e gruppi musicali indipendenti. All’interno dell’area illustrazione ha avuto l’opportunità nel 2015 di partecipare all’evento Disegnare il Futuro promossa da OBLO, Associazione Ya Basta, Caminantes e Beccogiallo Editore la Terra viaggio di Tutti Art Festival a Bologna in Italia, in aggiunta al premio il primo posto nella categoria dei fumetti nei disegni al sole del 2017. Attualmente sta sviluppando opere come illustratore di libri per bambini con 4 libri pubblicati all’estero. Editore: You Can Print Data di pubblicazione: 7 aprile 2017 Formato: Libro Cartaceo Descrizione: Agostina, la vespa è un libro da leggere e colorare. Agostina era una vespa piccina piccina ma molto birichina. Era nata nel vespaio del Grande Pino al centro del campeggio di Punta Croce su un’isoletta del Mar Adriatico. Aveva una mamma affettuosa e venticinque sorelle. La vita nel vespaio era molto allegra. Agostina aveva tanti amici fra cui il gabbiano Gigi. Una notte sognò che Gigi aveva ingerito del veleno nella discarica. Da qui gli eventi precipitano: Agostina parla con il Saggio Maestro che raccoglie intorno a sé tutti gli amici animali e quello che succederà lo saprete solo leggendo il libro. Giudizio: Un libro molto simpatico che ci ha fatto ridere tanto. Anche questo come l’altro libro di Rossella adatto è uno di quei libri che acquisti se si vuole insegnare ai bimbi, il rispetto per la natura e per gli animali. È un libro leggero e divertente e soprattutto questo piacerà molto ai bambini perché è anche da colorare! Dove acquistarlo: Amazon

Un abbraccio e al prossimo libro Enisla Meca!

Chi di voi non è mai rimasto rapito da un cielo stellato? Magari in una sera d’estate insieme alla persona amata? 

Credo che la risposta sia TUTTI!

Il cielo, la luna e le stelle, da sempre sono associate all’immensità, all’infinito e all’amore…

Etoilez-moi, ci da oggi, la possibilità di possedere qualcosa di eterno, perché anche se rimangono lì ferme a brillare per tutta l’umanità, le stelle potranno portare il vostro nome.

Infatti è possibile battezzare, regalare e dedicare una stella! 

Il tutto è registrato dall’International Celestial Repertory, un ente americano che dal 1980 garantisce l’unicità e l’identificabilità della stella scelta o battezzata. L’ICR, consente inoltre di identificarla facilmente comunicando le specifiche coordinate. 

 La mia esperienza con ETOILEZ-MOI:

Ho deciso di dare il nome di una persona molto speciale, ad una stella.

Sono andata sul sito ed ho inserito i dati chiesti, poi ho scelto la data di battesimo e la costellazione di appartenenza.

Io ho scelto quella dell’Orsa maggiore, perché facilmente visibile ed individuabile dall’Italia, ma ognuno può scegliere quella che più ama o che ha un particolare significato. Vi sono diversi “pacchetti” regalo, con diversi costi e con diversi significati, in modo che ognuno possa trovare quello adatto da donare.

E’ stato semplicissimo…

Dopo quattro giorni, ho ricevuto comodamente a casa il certificato, la mappa stellare e una splendida poesia, il tutto in una magica confezione regalo, giusto in tempo per donarla.

Vi giuro che non esiste cosa più bella di stupire con un regalo del genere… 

Che aggiungere?! Penso che in un mondo materialista e consumista come il nostro, dove ormai si possiede tutto, non possa esserci nulla di più bello che regalare un po’ di romanticismo, qualcosa di infinito…che sarà lì per sempre a ricordarti qualcosa. Un amore, una persona, avere il coraggio di brillare sempre di luce propria o qualsiasi altro significato le si voglia dare.

Tra qualche mese donerò come regalo di battesimo, una stella anche al figlio di una mia cara amica, voglio sperare che la nostra amicizia duri per sempre, ma in caso contrario, il piccolino potrà vedere ogni notte il nostro pensiero per lui. 

Per usufruire dello sconto del – 10%, non dimenticate di inserire al momento dell’acquisto il codice: SAINTVALENTIN

Per qualsiasi dubbio/incertezza c’è anche una pagina Facebook, dove poter contattare lo staff di Etoilez-moi, e leggere anche tanti contenuti interessanti. 

Grazie Etoilez-moi, e alla prossima!

Vita Maria

Cari amici di Scrivere a colori oggi vi presento questo evento stellare dedicato ai sognatori.

Vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta.

Che cos’è il Dreamers Day?

Il giorno 8 ottobre 2017 dalle ore 9,30 alle ore 18,30 circa, il Teatro Dal Verme di Milano sarà lo scenario della terza edizione del Dreamers Day, il primo evento al mondo dedicato ai Sognatori.

Anche quest’anno School For Dreamers riunirà illustri esponenti dell’ambito della cultura, dello sport, della musica, dell’imprenditoria, della scienza, dell’arte, della medicina che hanno realizzato il proprio obiettivo, credendo nelle proprie capacità, nella forza del loro Sogno oltre ogni ragionevole dubbio.

Nelle scorse edizioni, il palco del Teatro dal Verme è stato calcato da uomini e donne straordinari, del calibro di Fabrizio Macchi, Carla Perrotti, Ervin Laszlo, Giovanni Gastel, Daniele Gilardoni, Mario Lavezzi, Andrea Illy- Illy Caffè, Pasquale Forte – Eldor Corporation, Alessandro Pizzoccaro – GUNA, Pier Mario Biava- Novacell.

Il Dreamers Day è un evento indimenticabile, durante il quale la passione degli speaker si fonde con momenti di grande spettacolo, di arte, di musica in una danza di emozioni che lasciano il pubblico senza fiato.

Lo dimostrano i numeri: più di 500 spettatori durante la prima edizione e più di 700 durante l’edizione del 2016.

L’energia che ne deriva è palpabile e fa nascere connessioni, nuove idee e collaborazioni non solo tra gli stessi ospiti, ma anche tra gli spettatori.

Nelle persone presenti si accende una scintilla, uno stimolo al cambiamento che rende concreta la frase “ce la farò anche io”, perché sognare è vivere.

Gli Ospiti:

Anche quest’anno importanti ospiti ispireranno il pubblico del Dreamers Day con il racconto delle loro storie. Storie di coraggio e determinazione, di chi ha trasformato gli ostacoli in opportunità, capovolgendo la visione ordinaria del mondo per dare vita al proprio Sogno:

  • Filippo La Mantia: Chef di fama internazionale che ha portato i sapori della Sicilia in tutto il mondo. Ex fotoreporter di cronaca nera, viene arrestato per un errore giudiziario e trascorre nel carcere dell’Ucciardone otto mesi. Durante la detenzione scopre l’arte culinaria e la usa per restituire umanità ai detenuti e farli sentire “a casa” anche solo per pochi attimi. Da quel momento essere “cuoco”, come lui si definisce, diventa la sua vita. Nel 2002 apre a Roma il suo primo ristorante, Zagara. E’ stato chef del Majestic di Roma e nel 2015 ha aperto a Milano il locale Filippo La Mantia.
  • Mario Volanti: nato a Messina il 15 Settembre 1953, fonda a Milano nel 1982 RADIO ITALIA SOLOMUSICAITALIANA. Musicista, compositore e speaker radiofonico, Volanti decide di reagire all’esterofilia dilagante in quegli anni anche nel settore musicale e fonda a Milano la prima radio privata di sola musica italiana. La sfida è ambiziosa, ma vincente: in breve tempo l’emittente conquista il gradimento del pubblico e rivoluziona il mercato
  • radiofonico posizionandosi nel 1992 al 1° posto tra le radio commerciali italiane e mantenendosi fino ad oggi tra le radio leader. In 35 anni di storia e di lavoro in uno scenario di grandi gruppi editoriali, Radio Italia è un sicuro punto di riferimento per la promozione e il sostegno della musica italiana, di cui è ambasciatrice in tutto il mondo, insieme a Radio Italia Tv, al sito radioitalia.it, all’etichetta discografica Solomusicaitaliana e ad un comparto social all’avanguardia. Chitarrista e cantante, Volanti ha fatto parte insieme ad alcuni amici del gruppo “La nuova gente” e partecipa al Festival di Sanremo 1976. Nel 1981 ritorna sul palco sanremese con gli “Opera”. La passione per la musica, le chitarre e la radio non lo ha mai abbandonato: ancora oggi va in onda con il suo programma quotidiano “La Classifica Italiana”, voce autorevole e ironica che accoglie, come in famiglia. La grande famiglia di Radio Italia.
  • Daniel Lumera: direttore della Fondazione MyLifeDesign e presidente della International School of Forgiveness (I.S.F.), scuola di formazione interamente dedicata alla divulgazione di una nuova idea ed esperienza di perdono, inteso in senso laico e universale, per la trasformazione degli individui, delle relazioni, della società e per la risoluzione dei conflitti tra stati, popoli, etnie e religioni. Il suo progetto “Dialoghi sul Perdono nelle carceri” porta una visione innovativa che ribalta in positivo la rabbia e la violenza che dimorano nelle prigioni.
  • Elisabetta Dami: donna eclettica e cittadina del mondo che sin da bambina respira il profumo dei libri e delle case editrici. Scopre di non poter avere bambini e trasforma la delusione e il dolore di quella scoperta, in un dono. Comincia a fare volontariato con i bambini che si trovano in ospedale e lì capisce che può essere una mamma universale, che regala loro un sorriso. Da qui nascono le storie e i libri di Geronimo Stilton, un topo che incarna i valori fondamentali dell’amicizia, del rispetto della natura, dell’onestà, della lealtà, della pace, dell’accoglienza, della gentilezza e che sarà presente con la sua creatrice sul palco del Dreamers Day. Geronimo Stilton è l’eroe di tutti i bambini e ha venduto 130 milioni di copie in tutto il mondo.
  • Marcia Wieder: CEO della Dream University in California, è un’ affermata leader del pensiero visionario e, come fondatrice del “The Meaning Institute”, insegna come costruirsi e trascorrere una vita appagante. E’ stata editorialista per il San Francisco Chronicle, scrive per l’Huffington Post ed è autrice di quindici libri. Ha insegnato alla Stanford’s Business School e ha assistito tre presidenti degli Stati Uniti, in qualità di presidente della “National Association of Women Business Owners”. E’ un membro della “Nobel Women’s Initiative”, che supporta il lavoro dei vincitori del Premio Nobel per la pace.
  • Adolfo Panfili: Chirurgo ortopedico con lunghissimo curriculum di valenza internazionale e uomo di grande cultura. E’ presidente dell’AIMO, Associazione Internazionale di Medicina Ortomolecolare di cui è il fondatore. E’ stato allievo del doppio premio Nobel Linus Pauling, inventore della medicina Ortomolecolare. Il Prof Panfili ha rivisitato ed ampliato questa scienza fondendola con altre scienze e tecniche fra cui l’uso delle cellule staminali. È il primo ad aver effettuato in Italia interventi di chirurgia robotica mini invasiva in ortopedia con il sistema Mazor. Inoltre è Trainer e Proctor del Dtrax, sistema mininvasivo di fusione e distrazione cervicale posteriore. Fondatore e direttore del primo Centro Italiano di Chirurgia Robotica Vertebrale Mininvasiva è uno dei più eminenti membri di chirurgia robotica alla “International Academy for Robotic Spine Surgery”. Il prof Panfili tratta vertebre, postura e nutrizione in stretta sinergia sin dall’inizio della sua trentennale attività professionale, sia dal punto vista chirurgico che manipolativo essendo tra l’altro il primo ortopedico in Europa a Diplomarsi in Best Chiropratica con il prof Ted Morter, uno dei migliori chiropratici al mondo, del quale è stato il miglior allievo europeo. Attualmente un pioniere nell’uso ed applicazione delle cellule staminali nel campo del benessere, dell’anti aging e della longevità, con particolare riferimento all’ortopedia, alla colonna vertebrale ed alla cervicale, all’aspetto dei danni cartilaginei per la prevenzione di malattie degenerative delle anche , delle ginocchia e dei dischi intervertebrali.
  • Principessa HH Al Reem Alteaniji: Filantropa, autrice, editrice, imprenditrice, amante dell’arte, influencer, ricercatrice, home maker, presidente e CEO di Awakening e Kintsugi. Mentre aspettava di andare avanti per migliorare la sua attività accademica, sua sorella ebbe un grave incidente. Le cose sono cambiate in un battito di ciglia. L’attenzione si spostò completamente verso ciò che era necessario per il recupero di sua sorella, divenne la priorità. La madre di AlReem era spesso fuori dal paese nei centri di riabilitazione che seguivano diversi trattamenti per la figlia ferita. AlReem si prese in carico i suoi due fratelli minori alla giovane età di 16 anni, svolgendo il ruolo della madre. In quegli anni ha trovato l’ispirazione a seguire il suo sogno che presto sarebbe diventata la chiamata della sua vita. AlReem ha fondato quello che viene chiamato “Awakening” una fondazione che lavora in tutto il mondo. Essendo un leader visionario e traendo forza dalla propria esperienza personale, AlReem ha rapidamente riconosciuto la necessità di fornire supporto a molti paesi dove le risorse sono limitate. L’educazione era una priorità. La Fondazione ha deciso di costruire molte scuole, fornendo risorse IT e fornendo l’apprendimento per i bambini a mettere loro a disposizione il miglior curriculum e gli insegnanti per fornire ciò che i bambini hanno bisogno come educazione di oggi, che continuano a creare come futuro. La visione di Awakening è quella di sostenere le persone nelle piccole imprese a non sopravvivere, ma a prosperare. Paesi che hanno ricevuto sostegno finora sono Madagascar, India, Pakistan e Seychelles Awakening ha sponsorizzato l’istruzione in orfanotrofi, centri di salute mentale e centri di bisogni speciali.
  • Michele Pengo: E’ attivo da oltre 30 anni nel settore della vendita diretta. Ha iniziato come venditore, ricoprendo tutti i livelli della carriera fino al ruolo di direttore vendite. Ha formato più di cinquemila venditori e dopo essersi certificato Business Coach, Master Practitioner in Pnl, Teacher Trainer dello Yoga della Risata, negli ultimi dieci anni si è dedicato allo studio delle potenzialità della persona. Il suo approccio è fondato sulla convinzione, approfondita negli studi a Los Angeles nel 2000, che l’atteggiamento mentale positivo unito ad una comunicazione efficace crei relazioni che favoriscono il raggiungimento degli obiettivi professionali e personali. Appassionato di fisica quantistica e biologia molecolare, ha introdotto una formazione innovativa nelle aziende utilizzando metodologie che portano ad un equilibrio dell’ambiente, consapevole che solo attraverso una continua ricerca del cambiamento di Sè si può liberare il proprio potenziale. Attualmente è direttore dell’Accademia Gioel per Essere.
  • Diana Bancale: travel blogger, nata a Napoli nel 1982. Ha studiato giornalismo a Parma, dove vive dal 2001. Un grande amore per i viaggi in solitaria e sempre troppo poco tempo per coltivarlo. Dopo una serie di lavori d’ufficio 40 ore a settimana, 5 giorni su 7, ha deciso che questa vita non faceva più per lei.

Si è iscritta a un master in marketing del turismo e social media, ha lasciato il contratto a tempo indeterminato e nel 2014 ha aperto il suo blog di viaggi “in viaggio da sola”.

Oggi il suo lavoro consiste nel viaggiare e raccontare sul sito e i social media dei suoi viaggi, gestendo progetti di promozione turistica per tour operator ed enti del turismo.

Affianca inoltre le aziende nella gestione dei loro canali social e scrive articoli di viaggio per magazine online.

  • Stefano Caccavari: imprenditore di 29 anni, già noto per l’iniziativa dell’Orto di famiglia, riesce a salvare, grazie all’amore per la sua terra, l’ultimo mulino a pietra della Calabria. Lancia su Facebook un’operazione di crowdfunding grazie alla quale raccoglie 500.000 euro da 101 soci privati, diventando il fondatore di Mulinum srl la più grande startup che sia mai stata aperta in Italia nel campo agroalimentare. Mulinum si sta muovendo per costruire in tutta ITALIA una rete di mulini in pietra naturale e di forni a legna per produrre cibo biologico, in pochi mesi dall’apertura i suoi prodotti sono distribuiti in tutta italia. Prodotti da forno e farine biologici, prodotti che sono il simbolo più autentico del coraggio di un semplice ragazzo del Sud.
  • Gianni Ferrario: conosciuto come giullare d’impresa ® FelicitAttore, è un Trainer del Buon Umore capace di catalizzare l’attenzione del pubblico ed entusiasmare grandi platee.

Da più di trent’anni pratica e insegna la meditazione profonda, dedicandosi a discipline che favoriscono la crescita interiore, l’armonia e la creatività. É stato manager per più di venticinque anni in importanti aziende.

Nel 2001 ha lanciato la TERAPIA DELLA RISATA WorkShow ©, spettacolo interattivo in continua evoluzione, di grande impatto energetico ed emozionale, che incontra sempre più consenso e successo a livello nazionale e internazionale.

  • Andrei Rosu: E’ stato un membro del gruppo pop rumeno anni ’90 Gaz pe Foc (“Gas sul fuoco”), che ha continuato a lavorare in finanza dopo che i suoi gloriosi giorni superstar sono finiti. Ha lavorato per dieci anni come guru di vendita aziendale e risorse umane prima di decidere di aver bisogno di un cambiamento. Un grande cambiamento. Diventa un corridore professionista, un recordman, un motivatore, che esegue 7 maratone e 7 ultramaratone su 7 continenti.Senza alcun background atletico, è riuscito a completare con successo la Maratona del Polo Nord di Uvu (aprile 2010), nonostante le condizioni meteorologiche e terrestri estreme. È diventato il primo rumeno a fare questa maratona e il più giovane a raggiungere mai il Polo Nord e anche il primo e unico uomo sulla Terra a suonare la batteria al Polo Nord. Vincitore della Coppa del Mondo Triple-Ironman, vice campione di Quintuple Ironman , ha completato la Deca Ironman, che comprende 38 km di nuoto, 1800 km di bici e 420 km di corsa. Il primo rumeno nuotare attraverso la Manica, in un percorso che include la corsa di 140 chilometri, il nuoto, 50 chilometri e il ciclismo 300 chilometri. Insieme alla sua squadra, ha segnato un altro record mondiale nel 2017, per il più veloce attraversamento del Mar Nero in una barca a remi.
  • Simona Atzori: nota al grande pubblico per essere una ballerina e una pittrice straordinaria. É nata priva degli arti superiori ma, nonostante ciò, ha saputo fare del proprio handicap un elemento di unicità in campo artistico. Potenziando e concentrandosi sull’uso degli arti inferiori, ha dedicato tutte le sue energie alla pittura e alla danza, discipline nelle quali il suo talento eccelle in modo oggettivo. Nel 2002 viene istituito il premio d’arte che porta il suo nome. Tale premio è stato conferito negli anni a diversi nomi noti della danza, tra i quali Carla Fracci e Roberto Bolle.
  • Niccolò Nardelli: inizia a fare giocoleria a 10 anni. Nel 2016, a 19 anni, partecipa al programma tv “Tu sì que vales” emozionando i giudici e tutto il pubblico con la sua purezza e la sua arte. Niccolò è un artista di strada, si definisce “Mercante di Gravità” che trasforma le sfere di cristallo in oggetti quasi privi di peso, trasportando chi lo guarda nel suo Sogno.
  • Simone Al Ani: Incredulità, stupore ed infine gioia. È quanto trasmette il poetico spettacolo di Simone Al Ani. Calma e sospensione ci guidano nel suo affascinante universo parallelo, che sfida la gravità e le sue leggi. È questo senza dubbio il suo pregio più evidente : la naturalezza che deriva dal tradurre per noi, la sua anima, in movimento. Giocare con sfere e cerchi è per questo artista, quanto di più naturale si possa vedere. La scelta di questi oggetti, non è casuale. Il cerchio simboleggia la perfezione. Nel cerchio non c’è né principio né fine. Simone riesce ad invitare l’energia distribuita sulla circonferenza al suo centro. Un languido gioco, in cui non vi è supremazia tra l’artista e il flusso .Una danza ove gli oggetti acquistano sempre di più vita propria .Con il candore di un bambino, Simone ci trasporta in una zona di confine, un viaggio dove , solo un filo sottilissimo separa il sogno dalla realtà.
  • Roberto Gerardi: Nel 2008, vince il concorso “Senza etichetta campus”, con presidente di giuria il noto autore Giulio Rapetti Mogol e ottiene come premio una borsa di studio per il corso del Centro Europeo di Toscolano (scuola di perfezionamento musicale). Nel 2009 lo stesso Mogol lo seleziona per cantare su RAI 1 in occasione della trasmissione “Premio Mogol”. Nel 2010 frequenta il corso Autori presso il sopracitato istituto musicale CET perfezionando ulteriormente il suo stile di scrittura grazie all’autore Giuseppe Anastasi (già autore per Arisa di molte canzoni tra le più note “Sincerità”, “La notte” e “Controvento”). Nel 2016 scrive per il Dreamers Day, la canzone Dreamers Song, che è diventata la colonna sonora dell’evento, dopo aver vinto entrambi i concorsi lanciati da School for Dreamers nel 2015, per la canzone dell’evento e per il miglior progetto imprenditoriale con “DiventUno”.
  • Andrea Bertuzzi – Land For Dreamers: Vicecaporedattore di Arbiter parlerà al Dreamers Day di un’iniziativa molto importante dedicata ai giovani: Land For Dreamers. Land Rover, con la sua ammiraglia Range Rover, in collaborazione con Arbiter, aiuterà gli under 30 che stanno muovendo i primi passi per trasformare il loro sogno in realtà. I giovani sognatori, potranno partecipare inviando i loro progetti e la giuria di «Land for Dreamers», composta da personalità di spicco del mondo dell’imprenditoria, dell’arte/design, dell’università, della cultura, tra cui la fondatrice di School For Dreamers, Francesca Del nero, selezionerà i tre migliori tra i progetti inviati, assegnando un premio di 5mila euro ciascuno.
    Qui tutti i dettagli dell’iniziativa: https://www.landrover.it/experiences/news/land-for-dreamers.html.

Guarda il video –> Dreamers Day

Per acquistare il biglietto cliccate qui: http://www.dreamersday.it/landing-page-2017/

Per maggiori informazioni sull’evento consultate il sito: www.dreamersday.it

Per maggiori informazioni sulla filosofia e le attività di School For Dreamers: www.schoolfordreamers.com

Un abbraccio e al prossimo evento da Enisla Meca

Prende il via la prima edizione di “È tutta un’altra storia”, festival dedicato alle famiglie e ai bambini, a cura della libreria Sognalibri e dell’Associazione culturale Sognalibri: una lunga maratona divisa in due giorni, dal 30 settembre al 1° ottobre, fatta di libri, storie, incontri con autori, spettacoli per bambini e mercatino dell’artigianato.

Il festival è pensato tenendo in considerazione le varie età dei bambini e l’intrattenimento per i genitori: a partire dalle letture per i più piccolini fino ad arrivare ai corsi di fumetti per i ragazzi, passando per laboratori, giochi letterari e workshop di artigiani (fattoria didattica sulle api, dimostrazione con telai, ecc.). Non mancheranno interessanti incontri con gli autori sia per piccoli che per grandi.

Scrittori di fama nazionale quali Giada Sundas, Nicola Brunialti, Federico Appel, Gianni Maritati e giovani scrittori indipendenti quali Giancarlo Chirico e Emanuela Casula incontreranno i bambini e iragazzi non solo presentando i propri libri, ma coinvolgendoli con laboratori e discussioni.

Ad arricchire la kermesse, artigiani dedicati all’infanzia, spettacoli di Massimiliano Maiucchi e Pier Cortese (in arte Little Pier) tutti dedicati ai bambini, dimostrazioni gratuite di primo soccorso pediatrico a cura dei docenti del SIMEUP, gli intermezzi danzanti di Fata Inchiostro, anima del festival, e una storia tutta da creare e raccontare a partire dalla fantasia dei bambini.

Il Festival è a cura di Libreria Sognalibri e Associazione Culturale Sognalibri, con il patrocinio
delle biblioteche di Roma e il sostegno delle seguenti attività:

  • Forno Sotto Casa

SOGNALIBRI è la prima libreria di Ostia interamente dedicata ai bambini. Indipendente e lontana dai grossi circuiti di distribuzione, ha deciso di dare spazio alle piccole e medie case editrici che con tanta passione e dedizione si impegnano per creare vere perle della letteratura per l’infanzia. Ogni singolo libro dei suoi scaffali non è lì a caso, ma è stato scelto con cura e attenzione. Altrettanta passione viene messa nella scelta dei giochi, che devono essere prima di tutto di qualità, sinonimo di sicurezza e divertimento.

Alla vendita di libri e giochi di alta fattura, si accostano attività ed eventi pensati per promuovere la lettura, la condivisione e la rivitalizzazione culturale.

Il programma completo degli appuntamenti del Festival, con date, orari e sedi è consultabile su:

www.etuttaunaltrastoria.it

www.sognalibri.itinfo@sognalibri.it – Tel 0694844679

INFO:
www.facebook.com/etuttaunaltrastoria

www.instagram.com/ altra_storia_libri

Per informazioni: eventi_sognalibri@gmail.com
Gli eventi sono totalmente gratuiti; in alcuni casi necessitano di prenotazione in loco.

 

Autore: Anna Casalis

Illustratore: Marco Campanella

Editore:Dami Editore

Pubblicazione: Maggio 2017

Formato: Libro Cartaceo

Età di Lettura: 3 anni

Descrizione: “Non voglio andare all’asilo! Voglio stare a casa con la mamma!” Come andrà a finire questo ultimo capriccio del nostro piccolo amico? Topo Tip non è un topino perfetto e fa i capricci, proprio come i nostri bambini! Ma la sua mamma è bravissima: sa farlo smettere e lui torna ad essere un topino bravo e ubbidiente.

Opinione:  È un libro adorabile, che aiuta i genitori a gestire i capricci dei piccoli. Questo libro, inoltre è utile per inserire al meglio i bambini all’asilo soprattutto quelli che non vogliono andarci.

Dove acquistarlo: Giunti Editore

Salve cari amici di Scrivere a Colori, oggi vi segnaliamo un evento che avverrà il 21 Settembre 2017, prima visita guidata dedicata a mamme e bebè 0-12 mesi: andiamo alla scoperta della GAM (Galleria d’Arte Moderna) di Milano!

Milano, 13 Settembre 2017Milano in Tour è lieta di presentare una nuova iniziativa rivolta a tutte le neo mamme: le visite guidate per mamme e bebè 0-12 mesi!

I primi mesi di un bambino sono un momento magico per i genitori, ma anche molto impegnativo.
A volte capita alle mamme di vivere un senso di solitudine: amiche e compagno di giorno sono infatti al lavoro, e le mamme devono badare al piccolo da sole.

Milano In Tour ha pensato quindi ad un’occasione di svago per la mamma e di passeggiata per il bebè: le visite guidate a Milano ideate appositamente per loro.
Le mamme avranno modo di fare una passeggiata con il bambino scoprendo i luoghi più belli e interessanti di Milano. Ma non solo: potranno incontrare altre mamme con cui condividere esperienze, paure, emozioni e con cui stringere nuove amicizie.

Il progetto si chiama “Mamme e bebè alla scoperta di Milano!”: in cui si organizzerà una visita guidata al mese, della durata di circa un’ora, nei luoghi più suggestivi della città.

Si inizierà giovedì 21 Settembre alle 10.30 con la visita guidata alla GAM (Galleria d’Arte Moderna) di Milano. Ospitato dalla Villa Reale di Milano in Via Palestro 16, il museo offre al visitatore opere di grande valore artistico dal 1800 ai tempi moderni.

Una guida condurrà le mamme all’interno della galleria, illustrando i quadri più significativi e le meraviglierá con aneddoti e storie di una Milano ormai passata.

Dopo la visita, le mamme potranno fermarsi e godere del meraviglioso parco che circonda la Villa, oppure prendere un caffè nel bar del Museo.
Chissà che non nascano nuove amicizie!

L’evento è aperto anche ai papà con bebè.
Vi aspettiamo con i vostri piccoli!

PROGRAMMA

DELL’EVENTO!

MAMME E BEBE’ ALLA SCOPERTA DI MILANO!”
Visita guidata alla GAM (Galleria d’Arte Moderna) di Milano

Quando: Giovedì 21 Settembre 2017, ore 10.30
Dove: GAM, c/o Villa Reale di Milano – Via Palestro 16 Milano
Costo: 18 Euro per gli adulti, comprensivi di guida, servizio di auricolari, biglietto di ingresso al museo. Bebè gratis.
Per info e prenotazioni: http://www.milanointour.it/packages/visita-gam-per-mamme-e-bebe/
oppure info@milanointour.it

Evento Facebook: https://goo.gl/n6TR3j

Che cos’è MILANO IN TOUR?

Milano In Tour è una nuova realtà del panorama milanese, nata dall’esperienza e dalla creatività di Paola Caronni, organizzatrice di eventi culturali.

Si organizzano visite guidate per privati e famiglie nei luoghi più belli e suggestivi di Milano.
La loro particolarità? Spesso le visite sono accompagnate, oltre che dalle guide abilitate, anche da personaggi in costume storico. Vi capiterà quindi di passeggiare per la Galleria Vittorio Emanuele II con una dama del 1800, di ammirare il Castello Sforzesco con una nobildonna rinascimentale, oppure di salire sui tetti della Galleria con una Signora della Belle Époque.

A loro piace, infatti, deliziare i loro ospiti con aneddoti e curiosità sulla moda e le usanze nei secoli passati, facendo rivivere loro per un’ora una Milano ormai passata.

Organizzano inoltre, anche speciali eventi per bambini di tutte le età.

Per informazioni:

www.milanointour.it
info@milanointour.it
Facebook: www.facebook.com/MilanoInTour/

Enisla Meca

Carissimi amici di “Scrivere a colori”, in questo articolo vi parlerò di uno degli eventi siciliani che più amo…il “Cous Cous Fest”.

Quest’anno per ben 10 giorni, e precisamente dal 15 al 24 Settembre a San Vito lo capo (TP), si terrà un evento, in cui gastronomia e spettacolo, si uniranno  per creare un momento di grande integrazione culturale.


Cous Cous fest
Cuochi provenienti da tutto il mondo, propongono ogni anno, le loro innovative ricette del cous cous, e un’attenta giuria, elegge il vincitore. Colori, profumi, sapori e suoni diversi, doneranno alla città un’atmosfera multietnica, in cui degustare il piatto scelto.

A contorno dell’evento, per intrattenere gli spettatori, si alterneranno sui due palchi (uno nel centro della città e l’altro sulla spiaggia), artisti del calibro di: Jarabe de Palo, Levante, Nicolò Fabi, Fabrizio Moro, Gabbani, e tanti altri ancora… 

Cous Cous Fest 2017 - Artisti presenti: Jarabe de palo, Nicolò Fabi, Gabbani, DJ Fargetta, Moro, Levante, Samuel

Ecco il link per leggere e scaricare il programma dell‘evento. 

La ventesima edizione, vede un’altra grande novità, infatti, i partecipanti hanno la possibilità di acquistare comodamente online il ticket per la degustazione, così non appena giunti davanti ad uno dei punti ristoro, l’unico problema sarà scegliere uno tra i tanti  tipi di cous cous proposti!

Le “case del cous cous” saranno sei, e si troveranno sparse per la città, in modo che tutti possano richiedere il proprio pasto in serenità, ed evitare il crearsi di inutili code. Oltre al buon cibo e agli spettacoli totalmente gratuiti, è bene ricordare che San Vito lo capo, è una delle mete turistiche più belle e attrezzate di tutta la Sicilia, quindi se vorrete, vi aspetteranno anche nuotate in acque cristalline ed escursioni mozzafiato.

Nel 2016 il Paese vincitore è stato la Palestina, e quest’anno si sfideranno: ItaliaAngola, Costa d’Avorio, Francia, Israele, Marocco, Palestina,Senegal, Stati Uniti e Tunisia.

Secondo voi chi vincerà? Vi farò sapere la mia opinione  sulle nostre pagine social, dopo aver assaggiato i piatti…

STAY TUNED e…riprendendo uno degli slogan che più ho amato dell’evento:

“MAKE COUS – COUS NOT WAR”

Ci vediamo a San Vito lo capo nei prossimi giorni!

Vita Maria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: