Category

Beauty

Category

Carissime amiche,

Le feste vi hanno lasciato tanto tempo per mangiare ma pochissimo tempo per pensare a voi stesse?

Che cosa ne pensate di dedicarvi ad una buona dose di makeup intensivo per questo Capodanno 2019?

Ecco per voi un’idea trucco facile e veloce, realizzabile con poco ed economica. Non importa se starete a casa, o al party più esclusivo della città…l’importante è dedicarsi a sé stesse e brillare!

Occorrente:

-una matita nera

-un ombretto color argento

-un ombretto nero

-mascara

Procedimento:

  1. Stendere sulla palpebra uno strato di ombretto color argento
  2. Nella parte finale dell’occhio procedere alla stesura dell’ombretto nero, sfumando verso l’interno
  3. Riprendere l’ombretto argento e stenderne una piccola quantità anche sotto l’occhio
  4. Applicare la matita nera, dentro, sotto e sopra l’occhio creando una sorta di linea effetto “eye-liner”
  5. Utilizzate le ciglia finte o il mascara sulle ciglia.
  6. Il makeup per un Capodanno da urlo é pronto!!! Ovviamente la mia era solo una proposta, voi potete sbizzarrirvi con i colori più accesi e sfavillanti che avete!

Buon divertimento e buone feste da…

Miriana

Carissime amiche, anche oggi parliamo di Benessere.

Caratteristica di ogni donna elegante e ben curata, è quella di tenere in modo impeccabile le mani, per questo diventa importante conoscere bene cos’è lo smalto e da cosa è formato. Non tutti sanno che la maggior parte degli smalti comunemente utilizzati contengono sostanze tossiche!

Il toluene è la prima, si ottiene dalla distillazione del catrame e ha la funzione di sciogliere le sostanze cerose e oleose; disciolto è presente anche nella benzina. ovviamente è infiammabile e tossico se inalato in grandi quantità. Nello smalto ha la funzione di mantenerlo stendibile. Questo composto chimico oltre che negli smalti è presente anche nei solventi per smalti, si tratta di una sostanza volatile e incolore ma dall’odore caratteristico che fece la sua comparsa nel 1844.

La formaldeide, irritante per pelli, occhi e mucose, già da anni è inserita nella lista delle sostanze cancerogene. Prodotta dall’ossidazione del metano quando presente nei prodotti troverete scritto “evitare il contatto con la pelle”.

La canfora, pericolosissima per flora e fauna, provoca irritazioni a occhi e mucose, laringiti e problemi respiratori se inalata. Particolare attenzione va posta con i bambini e le persone sopra i 55 anni se esposti eccessivamente a questa sostanza.

Il DBP è un ingrediente vietato in europa per la sua tossicità; gli studi dimostrano effetti molto gravi durante la gravidanza, con aborti spontanei e malformazioni feto. Recenti studi dimostrano che ha grande capacità di penetrare nella pelle.

NOTA BENE:

Non è il costo dello smalto a farne un buon prodotto, alcuni smalti da oltre 18 euro contengono le sostanze sopracitate, quindi è bene sempre informarsi prima di fare un acquisto.

Oltre alla scelta di uno smalto privo di queste sostanze, buona norma sarebbe quella di lasciare almeno due giorni a settimana le unghie libere di respirare, applicando solo un olio protettivo naturale al 100%.

Personalmente tengo molto alla manicure, che curo in casa, con prodotti buoni ma dal costo contenuto. Informandomi, anche online, scopro sempre metodi nuovi, anche “Fai da te” che si rivelano un toccasana per le nostre mani… cioè  di uno dei nostri biglietti da visita.

Ecco la mia top 3!

  1. Yves Rocher;
  2. CND;
  3. Pupa;

Buona Nail art a tutte…e al prossimo articolo!

Aline

“Una mela al giorno toglie il medico di torno”

Non è solo un detto popolare. In questo articolo vi mostriamo quanto può far bene questo alimento…e come utilizzarlo nel benessere della persona!

Tutti desideriamo una chioma sana e folta, ma in pochi si prendono davvero cura dei propri capelli. Un rimedio naturale ed economico è senza dubbio l’uso dell’aceto di mele. Davvero? Proprio così, tra i mille usi dell’aceto c’è anche l’uso in campo estetico, ma ricordate di usarlo sempre diluito, mai puro o risulterebbe eccessivamente aggressivo per i capelli, fino a poterne addirittura alterare il colore.

Preparate una miscela con metà quantità di aceto di mele e metà di acqua. La quantità di aceto nella miscela può essere maggiore nel caso dei capelli grassi, mentre deve essere minore nel caso in cui i capelli risultino secchi. L’aceto di mele inoltre, grazie alle sue proprietà lenitive, aiuta a diminuire il prurito in testa e contrasta la comparsa della forfora, rendendo i capelli più luminosi e puliti.

Le sostanze preziose delle mele sono presenti in ogni parte del frutto; calcio, fosforo, magnesio, potassio, zolfo, ferro, fibre, sono nostri preziosi alleati e nell’aceto sono ancora più concentrate. L’aceto di mele prima di tutto fa bene alla digestione, ma è anche capace di attivare le difese immunitarie, stimola il drenaggio delle cellule adipose contrastando così la cellulite, osteggia la formazione dei calcoli e stimola il metabolismo, contribuendo al mantenimento del peso-forma. Grazie alla sua funzione disinfettante pulisce fegato e intestino dalle tossine e, per la presenza della pectina, contribuisce a tenere bassi i livelli di colesterolo.

Un valido sostegno anche per la pelle, in quanto l’aceto di mele ha proprietà purificanti e sgrassanti capaci di riequilibrare il PH naturale della pelle; l’aceto di mele combatte l’acne e i brufoli grazie all’acido malico e al suo potere antimicotico, elimina le tossine dal viso rendendo la pelle liscia e pulita, riduce i segni dell’età grazie alla presenza degli acidi alfa idrossi e combatte la comparsa delle rughe. Consiglio di eseguire una pulizia del viso fai da te con l’aceto di mele, ricco di enzimi naturali che nutrono la pelle in profondità.

Ultimi piccoli consigli: usate l’aceto di mele in caso di micosi delle unghie immergendo i piedi per 15 minuti in una miscela di due parti di acqua e una di aceto e poi risciacquate; versate 1 cucchiaio di aceto di mele nel dispenser del sapone liquido, avrete così un disinfettante naturale !

Al prossimo articolo,

Aline

Carissime amiche, anche questo lunedì affrontiamo l’argomento Benessere.. lo facciamo parlandovi di un ortaggio che in questo periodo dell’anno vediamo praticamente in ogni angolo!

LA ZUCCA

 

La zucca,  protagonista della stagione autunnale, messa in primo piano dall’avvento dei festeggiamenti per la festa di Halloween, può vantare di essere un prezioso cosmetico grazie alle proprietà del Beta-carotene, delle vitamine A e C, del Magnesio, del Ferro e dei preziosi sali minerali in essa contenuti, che donano luminosità alla pelle e ai capelli.

Della zucca, in cosmesi non si butta via nulla!

L’olio di semi di zucca è un eccellente trattamento contro l’invecchiamento, ed è utile per contrastare l’acne e l’eccessiva produzione di sebo. La zucca è inoltre un ricostituente per i capelli sfibrati, infatti grazie agli amminoacidi e allo zinco stimola la ricrescita. I semi di zucca vengono utilizzati per peeling e scrub, allo scopo di eliminare le cellule morte dalla superficie della pelle. La zucca viene utilizzata in maschere viso dall’effetto antiossidante e anti-età grazie alla presenza del beta-carotene e della vitamina C che contrastano l’azione dei radicali liberi e nei centri benessere all’avanguardia viene impiegata anche come essenza nell’idromassaggio in quanto ha anche proprietà drenanti e disintossicante. Si ricorre alla zucca in caso di insonnia per le sue proprietà sedative, di scompensi ormonali, di parassiti intestinali per le proprietà lassative, di stati infiammatori di pelle e mucose.

Altre proprietà di questo allegro ortaggio  riguardano la salute: i grassi buoni in essa contenuti sono alleati contro il colesterolo e la pressione alta, mentre l’alto contenuto di fibre e acqua aiutano l’eliminazione delle tossine da intestino e fegato. La presenza del magnesio contrasta crampi muscolari aiutando la muscolatura a distendersi, il potassio favorisce la diuresi e contrasta la ritenzione idrica.

In cucina la zucca è la regina di risotti, ma viene usata anche per preparare gnocchi, ripieni, zuppe. L’estratto di zucca aiuta a controllare la nausea mattutina e i disturbi gastrici. La polpa della zucca inoltre ha proprietà antinfiammatorie, mentre la sua buccia ben lavata e poggiata su una scottatura aiuta a lenire il dolore. La zucca può essere consumata cruda per godere a pieno del suo apporto vitaminico ed è un alimento adatto anche ai diabetici. Eistono tantissime di ricette gustose che vedono protagonista la zucca… vi lascio qualche idea di Giallo Zafferano, per delle ricette da leccarsi i baffi! RICETTE ZUCCA.

COME SCEGLIERLA E CONSERVARLA

Facile da coltivare nel nostro territorio, ancor più facile è reperirla al supermercato dove, per sceglierla bene, basta darle qualche colpetto con le nocche ed ottenere un suono sordo.

La conservazione va fatta in luogo fresco, asciutto e buio o si avvierà la fermentazione; in caso di conservazione in congelatore è opportuno tagliarla a dadini e sbollentarla prima di congelarla.

E voi? La usate solo per le decorazioni, o anche per altro???

Fatemi sapere,

Aline

Carissime lettrici… manca davvero poco alla notte più spaventosa dell’anno e sono sicura, che concorderete con me quando dico che:

Il trucco per la notte di Halloween è praticamente IMMANCABILE!

Eccomi dunque pronta a proporvi qualche soluzione make up…

lo scorso anno, se ricordate, ho creato un make up ispirato ai ragni e alle fobie; quest’anno invece, ho  deciso di proporvi ben due opzioni!

La prima opzione è un po’  più complessa e prevede anche la necessità di qualche accessiorio:  “lI coniglio” che ho pubblicato qualche giorno fa sul mio blog personale Miriana La Bella.

La seconda opzione è invece un trucco occhi semplice e veloce. Un trucco che si adatta facilmente a qualsiasi tipo di costume di Halloween.

Che ne dite? Proviamo a rifarlo insieme???

Tempo necessario:

Velocissimo, pronto in 12 minuti!

Occorrente:

1. Primer

2. Matita nera

3. Ombretto nero

4. Ombretto bianco

5. Ciglia finte

6. Pennello a setole larghe

7. Pennello a setole piatte

8. Ombretto glitter viola (che come saprete è un colore di gran moda per l’autunno-inverno 2018-2019)

Iniziamo:

1. Stendete sulla palpebra un primer e con un pennello a setole piatte applicate un color bianco acceso

2. Con un pennello a setole larghe iniziate a creare un smokey Eyes sui toni del nero, partite dalla parte finale dell’occhio e arrivate fino alla piega della palpebra

3. Con un pennello pulito sfumate entrambi i colori , cercando di creare un effetto omogeneo

4. Bella zona interna della palpebra applicate un ombretto glitter fucsia.

5. Con una matita nera contornate la parte inferiore dell’occhio, cercate di uscire leggermente fuori , in modo di sfumare con un pennello .

6. Applicate delle ciglia finte, per far sì che il trucco risulti il più “macabro” possibile…

ed il gioco è fatto!

Spero che questo tutorial possa esservi d’aiuto…e non dimenticate di usare gli hashtag #scrivereacolori, #makeupacolori,  e di taggarci se rifarete uno dei miei trucchi o qualche trucco particolare.

Buon Halloween a tutti e al prossimo articolo,

Miriana .

L’estate, il tempo del sole, del mare, della spiaggia, si rivela essere un grande stress per i nostri capelli.

Il cuoio capelluto a causa dei raggi solari si indebolisce, così i capelli perdono luminosità, appaiono spenti e spesso cadono più che in altri periodi dell’anno.

Archiviate le vacanze estive è il momento di dedicarsi a cure mirate proprio per i nostri capelli.

Cosa fare?

Non è necessario tagliare come credenza popolare insegna. Innanzitutto bisogna scegliere uno shampoo delicato e nutriente o addirittura oli lavanti, optare poi non tanto per il balsamo che ha solo una funzione districante, ma per una maschera ricostituente a base di estratti naturali. Lo shampoo nel caso di lavaggi frequenti o quotidiani va applicato solo una volta; la maschera si applica sui capelli umidi, si lascia in posa dai 3 ai 10 minuti, quindi si risciacqua. Nel caso si voglia contrastare la caduta si deve – anche in questo caso – ricorrere a trattamenti specifici con sostanze antinfiammatorie e antiossidanti naturali. Spesso poi alla fine delle vacanze, specie se al mare, si sente il bisogno di sistemare il colore, optate allora per tinte senza ammoniaca.

Bastano pochi accorgimenti per ridare vita al cuoio capelluto e ai capelli inariditi dal sole della bella stagione.

Quindi…non tagliamo velocemente i capelli, ma CURIAMOLI tutto l’anno!

Aline

Estate è sole. E il sole fa benissimo! Stimola la produzione di vitamina D e aumenta la produzione di endorfine per esempio.

Al mare, in montagna, in piscina o nel giardino di casa, quando ci si espone al sole è però importante per la salute della nostra pelle, farlo proteggendosi; in nostro aiuto vengono i solari, contraddistinti da diversi SFP – fattore di protezione solare – che non indicano come erroneamente si credeva che proteggono uno di più e uno di meno, ma che vanno ri-spalmati con frequenza diversa.

Mi spiego: l’SFP indica quanto tempo si può stare al sole senza scottarsi ma solo per abbronzarsi, a seconda del personale fototipo; quanto ci si abbronza dipende dalla quantità di melanina in corpo, non dall’SFP della crema solare che utilizziamo. Una buona protezione solare protegge dai raggi UVA, gli ultravioletti responsabili dell’invecchiamento cutaneo, e dagli UVB, responsabili invece delle scottature. Buona norma sarebbe iniziare ad esporsi con una protezione alta, per poi abbassarla gradualmente. Ormai tutti i solari sono “resistenti all’acqua” ma con ciò non significa che sono indelebili, quindi un conto è se ci si immerge qualche minuto per un attimo di refrigerio, un altro è se facciamo un lungo bagno al mare; nel secondo caso ricordate di rimettere la crema.

Nel caso dei bambini, la cui pelle è particolarmente delicata, è bene optare per una protezione 50+, quindi la così detta ‘totale’ sia sul corpo che sul viso, questo perché ha una durata temporale maggiore e non ci troveremo a dover spalmare bambini irrequieti mille volte ed eviteremo loro dolorose scottature ed eritemi.

Per avere un’abbronzatura perfetta non dimenticate inoltre la cura della pelle prima e dopo l’esposizione: scrub corpo e dopo-sole sono gli alleati che non possono mancare nella vostra estate.

Se anche tu quest’estate sei a corto di idee e vorresti uscire di casa senza neanche azzardare un velo di matita per il terrore che la calura estiva possa renderti un panda umano, sei nel posto giusto!

In questo semplice articolo voglio spiegarti come creare un trucco molto semplice e delicato che possa donarti freschezza e idratazione.

 

  • Importantissimo prima di ogni trucco è stendere una crema protettiva adatta alla propria pelle, in estate si preferiscono creme opacizzanti e con protezione solare Fps30.
  • Stendere un velo di primer in polvere sulla palpebra mobile, i prodotti in polvere, rispetto ai liquidi, sono i più adatti durante la stagione estiva, poiché evitano che il makeup si sciolga.
  • Utilizzare una matita blu per la rima inferiore e superiore dell’occhio.
  • Con un kajal blu creare una sottile linea sull’attaccatura della palpebra mobile.
  • Sfumare  un ombretto marroncino nella zona della piega palpebrale, creando così tridimensionalità allo sguardo e un effetto completamente naturale. Utilizzare un pennellino dalla punta rotonda, per sfumare al meglio i contorni.

  • Infine … MASCARA! Rigorosamente waterproof, ottimo per le giornate particolarmente afose!

Non rinunciare ad una buona dose di makeup a causa del caldo e della paura del “ trucco colato”, sconfiggi l’arsura con trucchi adatti , pronti a qualsiasi evenienza, che possano regalarti un finish perfetto e completamente matte, senza macchie, senza sbavature!

Che ve ne pare?

Al prossimo articolo,

Miriana

Lo step più importante per svegliarci al mattino con la pelle luminosa è usare i prodotti giusti prima di andare a dormire.

 

Durante la notte, infatti, la pelle ha esigenze totalmente diverse da quelle che ha di giorno, e ad esse dobbiamo rispondere; la crema notte quindi non è un semplice doppione della crema giorno, insomma, non è una questione di marketing, ma di cura personale fatta nel modo giusto.

 

Vediamo in dettaglio quali sono le caratteristiche della nostra alleata notturna.

 

La crema notte non deve contenere filtri solari ed è per composizione più nutriente di quella giorno, questo perché di notte la pelle tende a disidratarsi, come processo naturale, e a produrre più sebo.

Mentre dormiamo, la pelle diventa più ricettiva, assorbendo così maggiormente ciò che le spalmiamo; è opportuno quindi scegliere una crema che agevoli il processo di rinnovamento cellulare.

 

Prima di andare a letto, quindi, procediamo:

 

  • struccandoci, o il make up ostruirà i nostri pori e, quindi, il rinnovamento cellulare;
  • detergendo il viso;
  • applicando un tonico, che fa tanto bene (perché fa bene, ve lo dirò nei prossimi post);
  • chiudere la routine con la crema notte, applicando prima anche un siero anti-rughe, se si vuole ottenere un effetto potenziato.

 

Se eseguiamo questi 4 semplici e veloci step, saranno sufficienti 3 settimane per vedere netti miglioramenti: pelle più pulita, idratata e luminosa.

Ciao cari amici di Scrivere a Colori, eccoci qui con la nostra Rubrica del Benessere.

Questa settimana, parliamo di come detergere correttamente  il viso.

La detersione del viso è il primo passo per una pelle sana e per prevenire inestetismi e rughe, consente infatti un’adeguata ossigenazione, che predispone al regolare ricambio cellulare.

 

Lavare bene la faccia è la parola d’ordine – gesto primo che contrasta l’inquinamento – con acqua tiepida e un detergente adeguato al proprio tipo di pelle. Asciughiamoci poi con un asciugamano morbido, delicatamente, per coccolare la cute.

 

Nei bambini basta questo, mentre per noi adulti la cura richiede qualche step in più.

La detersione del viso è quotidiana e andrebbe eseguita mattina e sera.

Noi donne dobbiamo prendere l’abitudine di struccarci prima di andare a dormire, per aiutare la nostra pelle ad essere sempre al top.

Detergere e struccare insieme oggi è possibile grazie ai prodotti che contengono contemporaneamente principi attivi detergenti e struccanti, specie se non si usano cosmetici waterproof che richiedono struccanti specifici con azioni solventi.

E, se alla sera non amiamo lavarci il viso, possiamo optare per un tonico, per chiudere la routine di bellezza serale.

Prestate attenzione al tipo di pelle:

  • con pelli miste o a tendenza grassa evitiamo prodotti  aggressivi;
  • con pelli mature ricordiamo di idratare.

E infine, evitiamo i prodotti con molti tensioattivi, quelli quindi a tendenza schiumogena, che portano la pelle a perdere più liquidi e quindi a disidratarsi.

Spero che  questo argomento vi sia piaciuto.

Alla Prossima da Aline Scipioni!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: