Category

LifeStyle

Category

San Valentino è alle porte e l’ansia del “Cosa indossare?!Come truccarmi?! ” bussa inesorabilmente alle spalle. Tranquille! La soluzione che voglio proporvi in questo articolo è un trucco base, semplice, sui toni del rosa, con uno sprint in più ma generalmente sobrio.

Cosa vi servirà?

-TRE ombretti: uno rosa carne, uno più scuro, un bianco perlaceo.

-UN eyeliner nero

-UN primer

-UN rossetto malva mat

Pronte? Iniziamo!

Fase numero uno.

Stendete una leggera base di primer sulla palpebra mobile, passate poi alla stesura di un ombretto neutro, color carne, che possa adattarsi perfettamente al vostro incarnato, oppure leggermente più rosato.

Fase numero due.

Procedete applicando con un pennello a sfumino un color rosa scuro, iniziate sfumando nella parte finale della palpebra, non andate oltre, bensì applicate nella zona centrale , dove i due colori si congiungono, un color bianco perlato.

Fase numero tre.

Immancabile è l’eyeliner! Iniziate partendo dall’angolo interno e procedete fino a quello esterno, non esagerate con la linea finale, create una linea alata ma non troppo sporgente.

Fase numero quattro.

A questo punto a voi la scelta! Potete fermarvi qui con l’eyeliner oppure proseguire disegnando un micro cuore con estrema precisione nella parte vicino alla sporgenza della linea.

Fase numero cinque.

La scelta del rossetto è una fase estremamente delicata, un rossetto non appropriato potrebbe rovinare l’intero trucco. Per questo motivo, optate per un MAT dal colore malva, si abbina perfettamente con il makeup degli occhi e non appesantisce troppo il viso.

Non dimenticate che:

L’importante per la riuscita del trucco in questione, è avere una mano salda, soprattutto per l’applicazione dell’eyeliner, che potrebbe risultare scomoda e complicata. Se non riuscite a stenderlo nel modo migliore, potreste aiutarvi con del nastro adesivo!

Miriana.

Sciare è uno sport che io non ho mai praticato. Non lo conoscevo perché come saprete ho passato la mia infanzia in Albania, e lì non si praticava.

Per mio marito invece, è sempre stato un piacere praticarlo. Sin da quando era piccolo ha sempre avuto la passione per gli scii. E a questo sport ha legato ricordi felicissimi. 

Quando sono nate le bambine, mi ha detto che un giorno le avrebbe portate a prendere lezioni; ancora non camminavano e ha comprato a  loro una tuta da scii, insomma, vedevo in lui questa voglia di condividere la bellezza di uno sport, che non comprendevo. 

Quest’anno finalmente,  la piccola ha raggiunto l’età giusta per prendere lezioni di scii, così siamo andati in montagna, per iniziare questo corso di scii. 

Come vi ho detto all’inizio mio marito ha sempre avuto una passione per questo tipo di sport e ora lo sta trasmettendo anche alle bambine.

Io sinceramente, all’inizio non ero molto d’accordo ma nonostante tutto l’ho appoggiato in questa esperienza.

Devo essere sincera vedendo le mie bimbe durante la lezione mi sono ricreduta. Non ho sciato, io mi sono divertita a fare le foto.

Questo sport fa veramente bene ai bambini.

I bambini devono iniziare a sciare sin da quando sono piccoli, tre anni è l’età giusta, perché sono ancora incoscienti ed hanno meno paura.

Tutti gli sport fanno bene ai bambini, ma il Consiglio lo scii per  due motivi:

  1. Perché aiuta il bambino ad essere più coordinato nei movimenti e con l’equilibrio;
  2. Lo aiuta ad avere fiducia nelle sue capacità;

 

Quindi se potete far provare ai vostri bambini questa esperienza, fatelo… a loro non farà che bene! Non abbiate paura, e affidateli agli istruttori, saranno sicuramente preparati a gestire i vostri piccoli ed educarli nel migliore dei modi. 

Rimarrete sbalorditi dalla facilità che hanno i vostri bimbi nell’imparare questo sport.

Il nuovo anno 2018, è oramai un mese che è entrato a far parte delle nostre vite.

Caro nuovo anno 2018, è un po’ oramai che sei entrato ufficialmente nelle nostre vite, eppure già mi stai facendo arrabbiare, perchè sin da subito ho creduto in te, ed invece tu che fai, mi deludi così?

Io, ho meditato a lungo se scrivere o no questa lettera ma sento il bisogno reale di volermi sfogare, perchè questo inizio di anno sinceramente mi ha un po’ deluso!

Speravo che tu eri il mio anno, l’anno in cui potevo essere veramente vincente!

Il 2017 per me è stato un anno di consapevolezza ed accettazione.

La consapevolezza, che il passato non può cambiare e accettarlo per poter ritornare a vivere e non a sopravvivere.

Poi arrivi tu, in te avevo riposto la speranza del mio cambiamento, sia mentale, che fisico e che fai? Mi metti i bastoni fra le ruote, creandomi tanti problemi?

Sai non me lo aspettavo, si è vero non pretendevo certo che sarebbe stato tutto rose e fiori, la mia vita non è mai stata così, ho sempre dovuto lottare per ottenere qualcosa e le mie scelte le ho pagate care, ma non mi aspettavo tutto ciò.

Una cosa te la dico, però che io “Barcollo ma non mollo”, non rinuncerò ad iniziare finalmente dopo tanto tempo a iniziare a stare bene con me stessa.

Quindi caro il mio 2018, se vuoi diventare il mio anno, l’anno in cui ho ripreso in mano il mio benessere fisico e psicologico, non continuare a mettermi in difficoltà, regalami un pizzico di fortuna .

Io ho fiducia in te e tu inizia ad averlo in me e ti giuro che ti ricompenserò mettendo in pratica tutti i i miei buoni propositi!

Ecco questo è il mio sfogo, dovevo scriverlo, non solo per me ma soprattutto per chi mi legge ogni giorno.

 

Quindi, se anche tu che mi leggi sei messa come me, scoraggiata dall’inizio dell’anno un po’ difficoltoso non mollare, anzi lotta, lotta con tutte le forze per realizzare i tuoi buoni propositi, i tuoi progetti, i tuoi sogni, non lasciare che piccole difficoltà te lo impediscano. Nulla è più bello del riuscire a realizzare i propri sogni!

Se vi và fatemi sapere come è iniziato il vostro 2018.

Alla prossima da Enisla Meca!

Con il Natale alle porte, l’ansia per i preparativi pre-natalizi, le compere sfrenate alla ricerca dei regali perfetti, l’agitazione per la riuscita di un perfetto cenone, spesso tralasciamo l’elemento più importante per un Natale coi fiocchi: l’aspetto esteriore.

Sì, ma non ho tempo”, questa la fatidica frase che vi riecheggerà nella mente. Ma non temete!

Ecco a voi un tutorial facile, veloce ed estremamente pratico per salvarvi in extremis dalle tensioni natalizie.

Pronti? Iniziamo!

Ecco il make-up per natale!

STEP 1.

Dopo aver steso un leggero velo di correttore sulla palpebra e sulle occhiaie, applicate nell’angolo interno dell’occhio un ombretto color argento brillante , stando attente a non esagerare.

STEP 2.

Al centro della palpebra applicate un color argento opaco e con un pennello da sfumatura iniziate ad amalgamare quest’ultimo con quello brillante, in modo che fra i due non vi sia una divisione netta che risulta assolutamente ANTIESTETICA!

STEP 3.

Dalla vostra palette prelevate adesso un ombretto bordeaux, applicatelo nella parte terminale dell’occhio , sfumate in maniera concentrica, creando un effetto smokey eyes.

STEP 4.

Con un eyeliner dalla punta sottile , tracciate una linea leggera, partendo dall’angolo dell’occhio fino alla parte terminale, qui, alzate la linea all’insù, stando particolarmente attente a non esagerare.

STEP 5.

Infinite definite le vostre ciglia con un mascara a lunga tenuta, sia nella rima superiore che inferiore.

Un trucco davvero molto semplice, che si esegue in dieci minuti, alla portata di tutti e super economico!

Per un Natale memorabile!

Miriana.

Buongiorno carissimi amici,  oggi vi presentiamo la ricetta di un dolce: La Chiffon Cake.

Ingredienti

Farina 290g
Zucchero extra fine 300g
Olio di semi 120g
Acqua 200g
6 uova
Una bustina di lievito
Una bustina di cremortartaro
Una bustina di vanillina
Io uso qualche goccia di limone concentrato, ma va bene anche la scorza di un po’ di limone

Procedimento

Dividere le uova e setacciare farina con zucchero e lievito.


Nei rossi aggiungere acqua, olio, bustina di vanillina e concentrato di limone.
Prendere un frullino e cominciate a montare i rossi finché nn diventeranno gonfi e spumosi.

Sciacquare le fruste ed asciugare.
Montare anche i bianchi
Dopo qualche minuto aggiungere il cremortartaro e continuare a montare finché non diventa bello gonfio.


Poi prendere i rossi montati e mescolarli con la farina che avete setacciato.

Aggiungere i bianchi montati e mescolare con una paletta dal basso verso l’alto.
Infine, mettere nello stampo, senza imburrare né infarinare.


In forno a 160 gradi per 50/55 minuti.
Tirata fuori si capovolge su una griglia una volta raffreddata tirarla fuori.


È un ottimo dolce da mangiare così, oppure si può farcire con delle creme, senza alcun bisogno di inumidirla.

Questa qui sotto è la versione semplice.

Queste due qui sotto invece sono le due versioni farcite con la crema.

La ricetta del Chiffon Cake è di Lucia Santoro una nostra nuova collaboratrice.

Se vi è piaciuta, fatecelo sapere con un commento, o inviateci le foto della vostra torta!

Alla prossima, con le ricette di Lucia Santoro.

Ciglia lunghe e folte: il dilemma delle donne.

Ammettiamolo; quante volte ci siamo fatte ingannare da quelle pubblicità di mascara che ci proponevano risultati immediati e impressionanti con una sola passata? Quanti soldi abbiamo speso dietro alla speranza che uno scovolino diverso potesse arginare il “problema” ciglia corte?

Oggi voglio parlarvi proprio di questo, di come avere ciglia lunghe, folte e forti senza l’utilizzo di mascara o prodotti ad effetto immediato che oltre a non essere così “miracolosi” come spesso ci vengono proposti, sono anche a lungo andare controproducenti per il benessere delle nostra ciglia, rendendole troppo pesanti e spesso anche spezzandole.

Se c’è una cosa da ricordare è che non possiamo coprire senza curare, mi spiego meglio, se abbiamo il problema di avere ciglia troppo corte, non possiamo pretendere che soltanto ricoprendole di mascara nero il problema svanisca. Bisogna agire da principio, sì, magari il mascara darà MOMENTANEAMENTE un effetto rimpolpante,ma non provvederà a rendere davvero le vostre ciglia forti e lunghe.

Oggi voglio mostrarvi due soluzioni semplici ed economiche che possono stravolgere completamente la situazione. C’è una regola però: avere pazienza. Non posso promettervi risultati immediati alla prima passata, ma già dopo i primi sette giorni inizierete a notare il cambiamento.

Di cosa sto parlando?

Numero uno: L’OLIO DI RICINO. 

Reperibile facilmente in farmacia al bassissimo costo di due euro (ovviamente dipende da dove lo acquistate, ma all’incirca la spesa si aggira su quella somma.)

Come utilizzarlo?

Semplicemente applicarlo sulle ciglia due volte al giorno (mattina e sera), aiutandovi con un cotton fioc.

Per esperienza personale vi dico di NON esagerare e di applicarne una quantità minima su tutte le ciglia, poiché a contatto con gli occhi potrebbe bruciare. Ovviamente raccomando a chi ha una pelle sensibile di provare prima ad applicarlo sul dorso della mano per testare eventuali allergie.

Io personalmente ho notato risultati visibili dopo una settimana, andando mano a mano a migliorare nei giorni successivi, ora lo applico quotidianamente prima di andare a dormire.

Numero due: HENNE’ SCURO.

Lo trovate facilmente in erboristeria a poco prezzo.

Questa volta la procedura potrebbe richiedere più tempo, ma non disperate, niente di eccessivo!

In un contenitore piccolo versate la polvere di henné (quanto basta per coprire interamente le vostre ciglia), aggiungete qualche goccia di acqua, finché il composto non diventa pastoso (attenzione, NON liquido!).

Dopodiché applicate il composto con un pennellino (per questa procedura lo preferisco rispetto al cotton fioc) , in modo da ricoprire sia le ciglia inferiori che superiori. Noterete dopo pochi secondi che l’impasto si è seccato, non preoccupatevi, non danneggerà in nessun modo le vostre ciglia!

Io lo consiglio solitamente due/tre volte al mese, questa procedura serve per rinforzare le ciglia, che al tatto saranno più dure e robuste.

Questi due metodi possono essere utilizzati contemporaneamente o separatamente, entrambi garantiscono effetti notevoli e duraturi.

Detto questo vi saluto e vi ringrazio prontamente per la vostra attenzione,vi auguro una buona lettura del blog, spero di essere riuscita a fornirvi informazioni utili e soprattutto efficaci!

Miriana.

Chi di voi non è mai rimasto rapito da un cielo stellato? Magari in una sera d’estate insieme alla persona amata? 

Credo che la risposta sia TUTTI!

Il cielo, la luna e le stelle, da sempre sono associate all’immensità, all’infinito e all’amore…

Etoilez-moi, ci da oggi, la possibilità di possedere qualcosa di eterno, perché anche se rimangono lì ferme a brillare per tutta l’umanità, le stelle potranno portare il vostro nome.

Infatti è possibile battezzare, regalare e dedicare una stella! 

Il tutto è registrato dall’International Celestial Repertory, un ente americano che dal 1980 garantisce l’unicità e l’identificabilità della stella scelta o battezzata. L’ICR, consente inoltre di identificarla facilmente comunicando le specifiche coordinate. 

 La mia esperienza con ETOILEZ-MOI:

Ho deciso di dare il nome di una persona molto speciale, ad una stella.

Sono andata sul sito ed ho inserito i dati chiesti, poi ho scelto la data di battesimo e la costellazione di appartenenza.

Io ho scelto quella dell’Orsa maggiore, perché facilmente visibile ed individuabile dall’Italia, ma ognuno può scegliere quella che più ama o che ha un particolare significato. Vi sono diversi “pacchetti” regalo, con diversi costi e con diversi significati, in modo che ognuno possa trovare quello adatto da donare.

E’ stato semplicissimo…

Dopo quattro giorni, ho ricevuto comodamente a casa il certificato, la mappa stellare e una splendida poesia, il tutto in una magica confezione regalo, giusto in tempo per donarla.

Vi giuro che non esiste cosa più bella di stupire con un regalo del genere… 

Che aggiungere?! Penso che in un mondo materialista e consumista come il nostro, dove ormai si possiede tutto, non possa esserci nulla di più bello che regalare un po’ di romanticismo, qualcosa di infinito…che sarà lì per sempre a ricordarti qualcosa. Un amore, una persona, avere il coraggio di brillare sempre di luce propria o qualsiasi altro significato le si voglia dare.

Tra qualche mese donerò come regalo di battesimo, una stella anche al figlio di una mia cara amica, voglio sperare che la nostra amicizia duri per sempre, ma in caso contrario, il piccolino potrà vedere ogni notte il nostro pensiero per lui. 

Per usufruire dello sconto del – 10%, non dimenticate di inserire al momento dell’acquisto il codice: SAINTVALENTIN

Per qualsiasi dubbio/incertezza c’è anche una pagina Facebook, dove poter contattare lo staff di Etoilez-moi, e leggere anche tanti contenuti interessanti. 

Grazie Etoilez-moi, e alla prossima!

Vita Maria

Carissimi lettori bentrovati!

Oggi voglio parlarvi di un prodotto davvero originale, “The creativity box”.

“The Creativity box”, è la prima scatola a sorpresa dedicata alla creatività e al mondo dell’artigianato MADE IN ITALY.

In realtà l’idea di una scatola così, nasce in America, ma visto il grande successo oltreoceano, è “sbarcata” presto anche in Italia grazie ad un team di appassionati facente parte del network Giancl Manufatti – Il mondo dell’artigianato!

Come anticipato un po’ dal nome, l’idea che hanno avuto è quella di donare a chi sottoscrive il contratto di abbonamento, la più pura e puerile delle emozioni: la sorpresa.

Sì perché di mese in mese, un team ad hoc sceglie e prepara con cura, degli oggetti, dei materiali e degli attrezzi, sempre diversi, che saranno il contenuto mensile della scatola, studiati per mettere in moto la creatività di chi la riceve.

Abbonarsi è semplice, basta andare sul sito, https://www.thecreativitybox.it/index.php/abbonati e scegliere la voce che più si ritiene conveniente.

L’abbonamento sottoscritto può essere mensile, semestrale o annuale, e non vi è rinnovo automatico! (Ma vi assicuro che dopo aver provato per qualche mese… sarà piacevole e conveniente sottoscrivere il contratto).

Bella com’è…io sto pensando alla Creativity box, anche come regalo.

Tra qualche mese sarà Natale, ergo STRESS regali. Ma avendo delle amiche pazze per il “fai da te”, credo che non possa esistere regalo migliore!

Regalando “The Creativity box”, non si regala solo una scatola piena di prodotti (anche costosi), ma un’esperienza, un momento di libertà, la possibilità di pasticciare e tornare bambini, e la possibilità di far uscire la parte geniale di ognuno di noi.

Nella mia creativity box di Agosto…

Ho trovato tantissime cose…perle, fili colorati, colla vinilica, colori e tra le altre cose… il mio attrezzo preferito! Una pistola Termocollante.

la scatola per lo sviluppo della creatività. colla,fili, colori,perle e tanto altro

“The Creativity box” ha anche una pagina Facebook https://www.facebook.com/thecreativityboxofficial/, dove troverete tanti contenuti interessanti, video, idee, consigli utili e news sulle scatole. Inoltre potrete contattare facilmente lo staff , che sarà velocissimo a rispondere ad ogni dubbio e a darvi tutte le informazioni richieste.

Che aspetti? Pensa fuori dalla scatola anche tu, come quelli di “The Creativity box” e come le migliaia di persone che hanno già sottoscritto l’abbonamento (che oltretutto è economicamente vantaggiosissimo). Il prezzo della scatola è soltanto di €14,90, ma il risparmio aumenta sottoscrivendo l’abbonamento.

Io mi sono già messa all’opera…non voglio ancora rivelarvi cosa ho in mente di creare e chi coinvolgere…ma non appena possibile pubblicherò sulla nostra pagina Facebook, il lavoro terminato 😉

Come saprete ormai, amo la creatività in tutte le sue forme…e questa scatola è davvero un taccasana per spronare l’inventiva.

Che ne pensate? Io sono felicissima di aver conosciuto questo prodotto!

A presto,

Vita Maria

Buongiorno cari amici di Scrivere a Colori, oggi vi parlo della fine di un altro anno della scuola materna di mia figlia Emma.

Ebbene sì, un altro anno è passato, e ci manca l’ultimo prima di andare alle elementari.

Per noi l’anno è finito ufficialmente il giorno della recita scolastica, non ce l’abbiamo fatta a continuare fino all’ultimo giorno.

Il primo anno alla scuola di infanzia per Emma è stato molto duro… era appena nata la sua sorellina, aveva tolto il ciuccio, aveva tolto il pannolino e iniziava una nuova avventura, quindi immaginate un po’ che mix di emozioni  (povera stellina).

Al secondo anno invece, ha frequentato molto poco, perché è sempre stata male.

Quest’anno invece, abbiamo iniziato e finito benissimo. Sono stata super contenta, e le maestre mi hanno fatto tanti complimenti.

Io da mamma devo fare i complimenti a loro, alle maestre sempre presenti e attente!

Ho notato tanto il cambiamento di mia figlia, in questi anni, è diventata più responsabile anche nei confronti della sorella. È stato un lungo percorso fatto di tanti piccoli ostacoli, ma posso dire ufficialmente che ce l’abbiamo fatta.

Ora non ci resta che aspettare Settembre per l’inizio dell’ultimo anno di scuola materna per la grande, e il primo anno di scuola materna per la piccola.

Chissà insieme cosa combineranno!!!

Meglio non pensarci…per adesso godiamoci qualche altra settimana di merito relax, in questa splendida estate 😉

 

Enisla Meca

Carissimi lettori e lettrici…oggi vi parlo finalmente, di uno dei miei hobby: i Telefilm!

Non so voi, ma io la sera, soprattutto quando non è stata una bella giornata, mi rilasso con delle serate: “Divano & telefilm”.

Ne avrò visto centinaia… horror, sentimentali, comici, non importa il genere, l’importante è che siano ben fatti e con Attori con la A maiuscola!

Vi starete chiedendo perché guardare un telefilm e non un film?

Beh risposta semplice… spesso non riesco a guardare 120-150 minuti di film tutto di fila…e di lasciare a metà un film, NON SE NE PARLA! (Sono troppo curiosa).

Seguendo invece un telefilm, le cui puntate hanno durata media di 40 min, posso guardare una o due puntate in una sera, ed il giorno dopo, riprendere il filo della storia senza alcun problema, grazie al riepilogo degli episodi precedenti presente in tutte le serie.

In più, scelto un telefilm carino, non ho ogni sera il pensiero di cercare il titolo di un film che mi possa piacere, e perdere ore ed ore nella scelta, ma viste le numerose puntate di cui è composta una serie, per un bel po’ sono tranquilla!

😀  *vedi Lost o serie simili

Ecco a voi, la lista delle serie televisive che mi sono piaciute di più nel corso degli anni, divise per argomento principale.

 

  • Sentimentale: Revenge, This is us, the O.C., Gilmore girls, Veronica Mars, Gossip Girl, 90210;
  • Soprannaturale: The Vampire Diaries, The Originals, True blood, Gotham, Arrow, the flash, Once upon a time;
  • Avventura-Thriller: Prison Break (di cui è uscito pochi mesi fa l’attesissima quinta stagione), Lost, Sons of Anarchy, Pretty little liars;
  • Politico e sentimentale: Scandal, House of cards;
  • Storico/Fantasy: Reign, Vikings, Anzac girls;

 

Collage dei telefilm che mi piacciono di più

Avrete notato che l’elenco è composto perlopiù da serie americane. Questo perché spesso vado direttamente sui siti delle tv straniere come: The CW tv, Abc tv, CBS, per conoscere i telefilm può in voga, e farmi un’idea su quelle che avranno più successo e che possono essere più di mio gradimento. 

Tra le serie italiane ho seguito, e seguo con interesse “Gomorra”. Serie  tratta dall’omonimo best-seller di R. Saviano. Un telefilm impegnativo negli argomenti trattati, ma che reputo ben diretto e ben interpretato.

Che ne pensate della mia lista? C’è una serie che reputate interessante, e che avete voglia di consigliarmi?

Aspetto i vostri commenti!!

Vita Maria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: