Category

Lo Scaffale dei Grandi

Category

Carissime amiche ed amici,

oggi vi parlo ancora una volta della “Destiny Trilogy”.

Ricorderete che qualche mese fa, abbiamo pubblicato la recensione sul primo libro della trilogia “La mia fine, il mio inizio –  Destini segnati”, libro che ho divorato in pochissimi giorni (cosa che non capita spesso).

Ricordo che ho letto il libro in meno di una settimana, e che era diventata proprio un’ossessione! La sera, non appena finito di cenare,  correvo subito in camera per poter leggere e scoprire il più possibile su questa bellissima e tormentata storia.

In questi mesi di “astinenza” da Jared ed Amanda, mi capitava spesso di fermarmi a pensare: Cosa succederà adesso? Essendo una trilogia, mi aspetto fatti sconvolgenti…  ma che si inventerà Francesca Cominelli?

Ho immaginato triangoli amorosi impossibili, ritorni dal passato, risvolte  tragiche,  ma devo dire che nonostante la mia fervida fantasia, quel che ho letto è stato del tutto, felicemente inaspettato!

Ho letto il secondo  capitolo della trilogia:”Destini intrecciati“, in formato  Kindle, quindi tutta l’esperienza mediale è stata diversa. Ci ho messo un po’ di più nella lettura, perché stando tutto il giorno per lavoro davanti al pc, la sera non sempre riuscivo a leggere le pagine prefissate, ma la storia…beh… quella è avvincente e romantica, come… o forse più del primo libro!

 

Copertina del libro: La mia fine il mio inizio - Destini Intrecciati di F. C. Cominelli

Titolo: “La mia fine, il mio inizio – “Destini Intrecciati”

Autrice: Francesca C. Cominelli

Editore: Self -publishing

Genere: Romanzo rosa

Pagine: 352

Serie: “Destiny Trilogy”

Data pubblicazione: 18 Marzo 2018;

Formato: Ebook/Cartaceo

Prezzo:  2.99 €/ 15,00 €

Acquista ora:  Amazon

Trama:

Amanda, lotta tra la vita e la morte, e sarà proprio questa situazione che la porterà a fare un viaggio onirico nei meandri della sua mente. Viaggio che le farà mettere in discussione tutto quello che le è capitato da quando si è trasferita a Houston. Come nel primo libro, anche nel secondo, poi il destino metterà il suo zampino, farà prendere ai protagonisti scelte sbagliate e porterà nella loro vita un giovane misterioso… fin troppo gentile. 

Idee di riflessione:

Se vi ricordate, il primo libro è terminato con un fatto sconvolgente, e con tantissimi punti interrogativi…che Amanda starà bene penso non sia una grande rivelazione, quel che vi voglio sottolineare è che non sempre tornare, significa ricominciare dal punto di partenza, e che a volte, si va avanti anche stando immobili. E’ cosa nota, infatti,  che dopo un grave incidente spesso si cambia stile di vita, atteggiamento…ci si interroga su ciò che è giusto e ciò che è sbagliato…e questo  è uno dei problemi che affronteranno Jared e Amanda.

Nel primo libro si affrontavano temi sociali come l’emigrazione, le differenze culturali e il bullismo, in questo invece, il tema sociale affrontato è la  persecuzione (stalker), la tutela, e la  violenza sulle donne.  Vedremo un’ Amanda tormentata, distrutta, e un persecutore che haimè come ci suggeriscono anche recenti fatti di cronoca, riesce a farla franca per troppo tempo.

Come  il primo,  anche il secondo libro  ha un finale inatteso ed aperto… quindi, non ci resta che goderci queste pagine, anche rileggendo alcuni dialoghi che secondo me sono fantastici, e aspettare l’uscita del “Grand Finale“!

Il loro amore supererà tutti gli ostacoli del destino????

Lo scopriremo solo leggendo!

Vita Maria 

P.S. Se non lo avete ancora fatto, vi consiglio di entrare a far parte de  il ranch dei sogni,  la community in cui l’autrice pubblica anticipazioni, illustrazioni e comunicazioni, perché troverete contenuti unici e persone davvero friendly con cui condividere impressioni sul libro e non solo!

Carissimi amici ed amiche, oggi vi parlo di un bellissimo libro…

il primo romanzo della: “destiny trilogy”.

Titolo: “La mia fine, il mio inizio.  Destini Segnati”

Autrice: Francesca C. Cominelli

Editore: Self -publishing

Genere: Romantico

Pagine: 380

Data pubblicazione:  13 Novembre 2017

Prezzo: €2,99  Kindle, €15,00 Cartaceo

Trama:

La storia è ambientata in Texas, tra ranch incantevoli, muscoli scolpiti e lunghe cavalcate. I  protagonisti sono  Amanda  De Angelis,  Jared Cooper, e le loro famiglie.

Am, è  una bellissima ragazza,  che ha vissuto un’infanzia  difficile, ma che adesso si sente finalmente amata e realizzata a Newyork; quando  la  famiglia decide di trasferirsi in Texas per lavoro, le sue certezze si sgretolano, lasciando spazio solo a paura ed incertezza, che Amanda nasconde sotto una dura corazza.

Jared  è un ricco cowboy egocentrico e sfrontato, uno che pensa solo al divertimento e a vincere,  ma che nasconde un lato dolce e premuroso.

Due mondi completamente diversi a confronto. Due persone così cocciute da non andare oltre i loro stessi pregiudizi. “Miss De Angelis” e il  “Cowboy zoticone” inizialmente non riescono nemmeno ad instaurare un rapporto civile, ma come dice un proverbio arabo:  “Il destino ti aspetta sulla strada che hai scelto di evitare”e  alla fine, è  lui a decidere per noi.

 

La mia opinione:

Ho letto il libro in meno di una settimana…e per una  super impegnata come me, è un record!

Giuro che anche se stanca, dopo una giornata di lavoro, ogni sera sentivo la curiosità di  leggere più pagine possibili… Come finirà? Che succederà adesso? Ma se lui.. ma se lei… mi facevo i film su quel che poteva accadere, e alcune volte sono rimasta anche piacevolmente sorpresa. E’ stata una lettura  non troppo impegnativa  ma intrigante e divertente. Un libro perfetto, secondo me, da leggere al mare (viste anche le non eccessive dimensioni)  o al calduccio come ho fatto io.

Ho apprezzato molto le  dettagliate descrizioni dei luoghi e dei personaggi, oltre che alle poche, ma perfette illustrazioni, utili ad aiutare il lettore a creare un’immagine dei protagonisti, ed immedesimarsi ancora di più con la storia.

I capitoli  in totale sono 32, alcuni sono stati scritti dal punto di vista di Jared, altri da quello di Amanda e questa alternanza, fa sì che la lettura sia ancora più intrigante.

Pagine ed illustrazione del libro: La mia fine il mio inizio - Destini Segnati

Il linguaggio usato è contemporaneo, colloquiale…leggere “La mia fine, il  mio inizio”,  è stato  come guardare un reality show… dove ragazzi della porta accanto, vivono le loro paure, i loro dubbi e le loro emozioni.

Un romanzo pieno di sentimento e di sensualità, una storia complicata che oltre all’amore e all’amicizia, riesce a toccare temi difficili ed attuali come il bullismo, la diversità culturale e l’emigrazione.

Che dire?!  Mi sono rivista un po’ in Amanda…  nel suo amore per i cavalli  e allo stesso tempo nelle sue paure.

Anche io da bambina sognavo di averne uno tuttto mio,  di diventare una bravissima amazzone, ma non ci sono mai riuscita.  Ache se non capita spesso, quando sono in groppa ad uno di questi splendidi animali…è come volare!

Cavallo

Il libro mi ha fatto rivivere alcune sensazioni che solo chi ha avuto la fortuna di viverle riesce a comprendere.

Beh, non vedo l’ora che esca il secondo libro della trilogia per conoscere cosa riserva il destino a questi splendidi ragazzi.  Spero possa piacere anche a voi! 

Questo è il link alla pagina Facebook della trilogia, dove troverete tanti contenuti interessanti, anticipazioni,  commenti ed immagini esclusive…inoltre, se vi va di acquistarlo, ecco il link all’ecommerce: AMAZON. 

 (Penso possa essere un bellissimo regalo di Natale, soprattutto per le vostre amiche!!!!).

Buona lettura,

Vita Maria

 

 

 

 

Buongiorno amiche ed amici!

Viste le belle giornate, qualche settimana fa, ho deciso di iniziare a leggere un libro, nelle mie ore di relax.

La scelta è ricaduta su: “Lo zaino è pronto, io no”, di Marco Lovisolo.

 

Libro "Lo zaino è pronto, io no"

 

Come avrete capito, l’argomento principale è il viaggio…

L’autore, ha raccolto in poco più di duecento pagine, tutto ciò che ha reputato degno di nota, durante i suoi innumerevoli viaggi in giro per il mondo.

Una sorta di “Diario di bordo”, che racconta dall’incontro fortuito con un simpatico abitante di un villaggio africano, alla felicità provata nel poter rifare semplici attività della vita quotidiana, snobbate durante una vita intera, e che diventano lusso, quando si vive “allo stato brado”. 

Il tutto è raccontato con uno stile di scrittura informale ed ironico, che dona al libro leggerezza (per leggerezza, intendo la “leggerezza di Calvino”, intesa cioè un come valore, e non certo un difetto).

Non vi nascondo, che non appena letto che lo scrittore era un tecnico informatico, ho messo nella mia mente tanti pregiudizi:“Che avrà mai potuto scrivere uno di quelli che vive la vita tra numeri, simboli e ciber spazi?” 

Invece…mi sono ricreduta sin dalle prime pagine.

Il libro svela un’anima profonda, un ragazzo amante dell’avventura, diventato adesso uomo. Un papà, che riflette e fa riflettere su tante tematiche importanti come la povertà, le differenze culturali, l’importanza dell’ampliamento dei propri orizzonti. 

La cosa che mi è piaciuta di più sono le ultime due pagine di ogni capitolo. Infatti, Marco, regala al lettore i suoi personali consigli, divisi in: “10 cose da fare”, e “10 cose da non fare”. Una sorta di vademecum per affrontare i viaggi nel migliore dei modi.

Il libro ha rafforzato in me, la voglia di partire, e soprattutto con la sua “leggerezza”, mi ha fatto “volare” con la mente, in luoghi che ahimè, ancora non ho avuto la fortuna di visitare.

Se vi ho incuriosito con questo articolo, potete acquistare subito il libro su Amazon, sia in formato Kindle, che cartaceo con copertina flessibile.

 Per gli amici siciliani, inoltre, potrete trovarlo dal 24 al 28 Giugno, a Taormina, in occasione del Taobuk, allo stand Youcanprint.

Voglio chiudere l’articolo con una frase di Italo Calvino, tratta proprio da una delle sue “lezioni americane”, perché secondo me rispecchia sia lo stile di scrittura, che il messaggio che l’autore vuole dare con il suo libro.

“Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità. Ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore”.

 

Fatemi sapere con un commento, se il mio pensiero rispecchia il vostro, e se anche a voi, dopo la lettura de “Lo zaino è pronto, io no”, è venuta voglia di buttare dentro ad uno zaino lo stretto necessario e partire, alla ricerca di nuove avventure.

Non mi resta che dire… Buona lettura!!!

 

Vita Maria Casano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: