Tag

cucina

Browsing

Carissime amiche, mancano pochi giorni alla festa più golosa dell’anno, ed eccovi la mia idea per cucinare dei fantastici biscotti. 

Perché a Natale bisogna sporcarsi le mani! E quindi biscotti… che sanno di buono.

Biscotti fatti a mano e a cuore con un ingrediente da acquistare più spesso, una farina naturale e integrale. Gioiosi per il palato, lo stomaco e per chi ha tanto calore da dare, vi dirò io quando…

Tempo di preparazione: 10 minuti per l’impasto, 2h riposo pasta frolla, 40 minuti in forno.

Ingredienti per 24 biscotti bassi (o 12 alti)

  • 230 gr Burro
  • 150 gr Zucchero (di canna o semolato)
  • 1 pizzico di sale
  • 1 uovo intero
  • 425 gr Farina di Grani antichi o Farro
  • Calore nelle mani…e nel cuore

Preparazione

    1. Il burro va fatto raffreddare a temperatura ambiente per qualche minuto in modo da facilitarne il taglio a cubetti più piccoli che potete!
    2. Nella planetaria o anche a mano aggiungere la farina e create una sabbia color panna.
    3. A questo punto aggiungete zucchero, sale e uovo.
    4. Se siete Planetaria addicted ho una brutta notizia per voi… togliere il composto da lì e lavorarlo a mano, sì la frolla si fa solo a mano!
    5. Qui avete bisogno di tutte le mani possibili, serve la prima dose di calore
    6. Quando avrete ottenuto tutto un unico impasto morbido fate una bella palla e fatela riposare nella pellicola, in frigo per almeno 2h, più ci resta più sarà friabile!
    7. Quando siete pronti accendete il forno a 150° e tirate fuori la frolla.
    8. Io ho usato degli stampi natalizi in silicone ma se usate stampini classici questo è il momento per imburrare e infarinare.
    9. Seconda dose di calore per la pasta, lavoratela finchè non torna morbida… vi assicuro che ci vuole molto calore e pazienza!
    10.  Riempite gli stampini a metà (se volete biscotti sottili), fino alla fine per biscottoni.
    11. In forno per 40 minuti a 150°
    12. ASPETTATE che si raffreddino prima di tirarli fuori dagli stampini e poi… o sono pronti o… passate al tocco in più!

 

Il tocco in più

Io purtroppo non avevo molto tempo, ma questi biscotti vanno decorati con la pasta di zucchero e quindi… via alla fantasia! Armatevi di pasta di zucchero verde, rossa e azzurra e ripassate i contorni delle vostre formine, i bimbi impazziranno e gli adulti…pure!

Per finire, può essere anche una bella idea confezionare 3, 4 biscotti in un sacchettino natalizio e usarlo come idea regalo per qualche amica o una simpatica vicina.

Buon fine settimana…e Buone Feste!

Vanessa

Carissime amiche, anche questo lunedì affrontiamo l’argomento Benessere.. lo facciamo parlandovi di un ortaggio che in questo periodo dell’anno vediamo praticamente in ogni angolo!

LA ZUCCA

 

La zucca,  protagonista della stagione autunnale, messa in primo piano dall’avvento dei festeggiamenti per la festa di Halloween, può vantare di essere un prezioso cosmetico grazie alle proprietà del Beta-carotene, delle vitamine A e C, del Magnesio, del Ferro e dei preziosi sali minerali in essa contenuti, che donano luminosità alla pelle e ai capelli.

Della zucca, in cosmesi non si butta via nulla!

L’olio di semi di zucca è un eccellente trattamento contro l’invecchiamento, ed è utile per contrastare l’acne e l’eccessiva produzione di sebo. La zucca è inoltre un ricostituente per i capelli sfibrati, infatti grazie agli amminoacidi e allo zinco stimola la ricrescita. I semi di zucca vengono utilizzati per peeling e scrub, allo scopo di eliminare le cellule morte dalla superficie della pelle. La zucca viene utilizzata in maschere viso dall’effetto antiossidante e anti-età grazie alla presenza del beta-carotene e della vitamina C che contrastano l’azione dei radicali liberi e nei centri benessere all’avanguardia viene impiegata anche come essenza nell’idromassaggio in quanto ha anche proprietà drenanti e disintossicante. Si ricorre alla zucca in caso di insonnia per le sue proprietà sedative, di scompensi ormonali, di parassiti intestinali per le proprietà lassative, di stati infiammatori di pelle e mucose.

Altre proprietà di questo allegro ortaggio  riguardano la salute: i grassi buoni in essa contenuti sono alleati contro il colesterolo e la pressione alta, mentre l’alto contenuto di fibre e acqua aiutano l’eliminazione delle tossine da intestino e fegato. La presenza del magnesio contrasta crampi muscolari aiutando la muscolatura a distendersi, il potassio favorisce la diuresi e contrasta la ritenzione idrica.

In cucina la zucca è la regina di risotti, ma viene usata anche per preparare gnocchi, ripieni, zuppe. L’estratto di zucca aiuta a controllare la nausea mattutina e i disturbi gastrici. La polpa della zucca inoltre ha proprietà antinfiammatorie, mentre la sua buccia ben lavata e poggiata su una scottatura aiuta a lenire il dolore. La zucca può essere consumata cruda per godere a pieno del suo apporto vitaminico ed è un alimento adatto anche ai diabetici. Eistono tantissime di ricette gustose che vedono protagonista la zucca… vi lascio qualche idea di Giallo Zafferano, per delle ricette da leccarsi i baffi! RICETTE ZUCCA.

COME SCEGLIERLA E CONSERVARLA

Facile da coltivare nel nostro territorio, ancor più facile è reperirla al supermercato dove, per sceglierla bene, basta darle qualche colpetto con le nocche ed ottenere un suono sordo.

La conservazione va fatta in luogo fresco, asciutto e buio o si avvierà la fermentazione; in caso di conservazione in congelatore è opportuno tagliarla a dadini e sbollentarla prima di congelarla.

E voi? La usate solo per le decorazioni, o anche per altro???

Fatemi sapere,

Aline

Carissime amiche,

eccoci nuovamente online, dopo due settimane di (speriamo meritata) pausa estiva.

Riprendiamo come ogni lunedì,  parlandovi di Benessere; ed oggi in particolare, vi parliamo di “Healthy foods” e della  Friggitrice ad aria Philips, un elettrodomestico che mette di buon umore tutta la famiglia… volete sapere perché?Anche se sappiamo che la frittura fa male, tutte noi ci ritroviamo quotidianamente a cucinare cibi grondi di olio, ipercalorici e a volte anche bruciacchiati…ma estremamente saporiti perché richiesti dai nostri bambini, e/o perché diciamoci la verità: Qualsiasi alimento FRITTO, diventa decisapmente più buono!

Ritornando dalle vacanze (con qualche chiletto in più) a tutte viene in mente che bisogna cambiare abitudini alimentari, mangiar sano e perdere peso…ma quante di noi poi fanno qualcosa per migliorare lo stato delle cose?

Per questo abbiamo deciso di parlarvi di una “alleata”,  capace di:

    • Cucinare in modo salutare (con fino all’80% di grassi in meno);
    • Eliminare definitivamente i cattivi odori di frittura;
    • Evitare bruciature ed esplosioni causate dall’olio bollente;
    • Friggere in qualsiasi luogo della casa;

Il tutto…senza rinunciare al buon sapore e alla croccantezza dei cibi!

Pensate che un elettrodomestico del genere sia utopia? ed invece… no, la Friggitrice ad aria  risponde a tutte queste caratteristiche.

Il modello Airfryer XL della Philips ad esempio, secondo noi è quello più adatto ad una famiglia… oltre a preparare ben 5 piatti…ha un design lineare che sta bene in tutti gli ambienti,  ed è  lavabile anche in lavastoviglie…cosa chiedere di più?

Eccovi qualche informazione in più…

La friggitrice sfrutta il sistema:  Rapid Air per friggere perfettamente con pochi o senza grassi aggiunti. Il vettore di calore non è quindi l’olio come in quelle tradizionali, ma è la stessa aria. L’aria riscaldata viene fatta circolare a velocità molto elevata in modo da consentire una cottura uniforme simulando il comportamento dell’olio nella frittura classica. In pratica con questo elettrodomestico è possibile: cuore al forno, arrostire, grigliare e naturalmente friggere in modo più leggero e salutare.

Il prezzo consigliato è di 299,00€, ma ad esempio abbiamo visto che per i nuovi clienti, sul sito Philips, è possibile usufruire attualmente  dello sconto del 25%!

Dove trovarla?

Potrete acquistare la friggitrice nei migliori negozi di elettrodomestici, oppure online sul sito ufficiale della Philips, o su Amazon;

Molto importante è che anche tutti i pezzi di ricambio e gli accessori dell’elettrodomestico, sono facilmente reperibili e sostituibili grazie all’ecommerce Philips.

Che ne pensate? Noi di “Scrivere a colori” ci siamo proprio innamorate di questo elettrodomestico e stiamo già sbirciando le Ricette che Philips ha selezionato per i suoi clienti, in attesa di ricevere la nostra Friggitrice ad aria.

Al prossimo articolo…

Carissimi lettori, oggi vi propongo la ricetta di un dolce golosissimo: Il Tiramisù al caffè, nella versione senza uova.

Proprio qualche giorno fa, sono stata invitata a cena a casa di amici, e avendo un po’ di tempo a disposizione ho voluto preparare un dolce. Cucinare mi rilassa, quindi quando posso, mi vizio così, e faccio felici i miei familiari e i miei amici.

Ho pensato di fare il Tiramisù al caffè, ma la padrona di casa, è in dolce attesa… e il suo medico le ha consigliato di evitare di mangiare uova, se non cotte.

Inizialmente ero entrata un po’ nel panico, (avevo già comprato il mascarpone e…volevo fare proprio quel dolce), poi ho pensato di modificare un po’ la ricetta orginale, in modo da renderlo mangiabile anche da lei.

Eccovi tutte le informazioni per poter rifare il dolce:

INGREDIENTI

400 g di Savoiardi;

350 g di mascarpone;

100 ml di latte condensato;

200 ml panna vegetale da montare;

100 g zucchero;

cacao amaro q.b.;

Tanto caffè (lungo) zuccherato a vostro gradimento.

 

PROCEDURA

  1. Mettere sul fuoco più caffettiere…perché servirà tanto caffè
  2. Unire il latte al mascarpone;
  3. Montare la panna, mescolando sempre dallo stesso verso;
  4. Unire la panna al mascarpone e colorare leggermente con qualche goccia di caffè;
  5. Inzuppare leggermente i Savoiardi e disporli nella teglia  su più strati.
  6. Decorare la parte superiore del dolce con un bel strato di cacao amaro, in modo che si crei contrasto tra esso e il dolce che risulta molto dolce a causa dei Savoiardi.

 

 

Mettere in frigo per qualche ora et voilà!

Pronto per essere servito…

 

Non vi nascondo, che ero  un po’ preoccupata. Non avevo mai provato questa ricetta e avevo un po’ di dubbi sulla quantità di zucchero/latte. Devo dire che sono stata molto contenta nel sentire da tutti i miei amici, che il dolce era ottimo e che non si sentiva molto la differenza dall’originale!

In gravidanza le rinuncie da fare sono tante, ma con questa ricetta quanto meno il Tiramisù può essere mangiato senza alcun rimorso.

Attendo feedback nei vostri commenti

Un abbraccio,

Vita Maria 

Buongiorno carissimi amici,  oggi vi presentiamo la ricetta di un dolce: La Chiffon Cake.

Ingredienti

Farina 290g
Zucchero extra fine 300g
Olio di semi 120g
Acqua 200g
6 uova
Una bustina di lievito
Una bustina di cremortartaro
Una bustina di vanillina
Io uso qualche goccia di limone concentrato, ma va bene anche la scorza di un po’ di limone

Procedimento

Dividere le uova e setacciare farina con zucchero e lievito.


Nei rossi aggiungere acqua, olio, bustina di vanillina e concentrato di limone.
Prendere un frullino e cominciate a montare i rossi finché nn diventeranno gonfi e spumosi.

Sciacquare le fruste ed asciugare.
Montare anche i bianchi
Dopo qualche minuto aggiungere il cremortartaro e continuare a montare finché non diventa bello gonfio.


Poi prendere i rossi montati e mescolarli con la farina che avete setacciato.

Aggiungere i bianchi montati e mescolare con una paletta dal basso verso l’alto.
Infine, mettere nello stampo, senza imburrare né infarinare.


In forno a 160 gradi per 50/55 minuti.
Tirata fuori si capovolge su una griglia una volta raffreddata tirarla fuori.


È un ottimo dolce da mangiare così, oppure si può farcire con delle creme, senza alcun bisogno di inumidirla.

Questa qui sotto è la versione semplice.

Queste due qui sotto invece sono le due versioni farcite con la crema.

La ricetta del Chiffon Cake è di Lucia Santoro una nostra nuova collaboratrice.

Se vi è piaciuta, fatecelo sapere con un commento, o inviateci le foto della vostra torta!

Alla prossima, con le ricette di Lucia Santoro.

Carissimi amici di “Scrivere a colori”, in questo articolo vi parlerò di uno degli eventi siciliani che più amo…il “Cous Cous Fest”.

Quest’anno per ben 10 giorni, e precisamente dal 15 al 24 Settembre a San Vito lo capo (TP), si terrà un evento, in cui gastronomia e spettacolo, si uniranno  per creare un momento di grande integrazione culturale.


Cous Cous fest
Cuochi provenienti da tutto il mondo, propongono ogni anno, le loro innovative ricette del cous cous, e un’attenta giuria, elegge il vincitore. Colori, profumi, sapori e suoni diversi, doneranno alla città un’atmosfera multietnica, in cui degustare il piatto scelto.

A contorno dell’evento, per intrattenere gli spettatori, si alterneranno sui due palchi (uno nel centro della città e l’altro sulla spiaggia), artisti del calibro di: Jarabe de Palo, Levante, Nicolò Fabi, Fabrizio Moro, Gabbani, e tanti altri ancora… 

Cous Cous Fest 2017 - Artisti presenti: Jarabe de palo, Nicolò Fabi, Gabbani, DJ Fargetta, Moro, Levante, Samuel

Ecco il link per leggere e scaricare il programma dell‘evento. 

La ventesima edizione, vede un’altra grande novità, infatti, i partecipanti hanno la possibilità di acquistare comodamente online il ticket per la degustazione, così non appena giunti davanti ad uno dei punti ristoro, l’unico problema sarà scegliere uno tra i tanti  tipi di cous cous proposti!

Le “case del cous cous” saranno sei, e si troveranno sparse per la città, in modo che tutti possano richiedere il proprio pasto in serenità, ed evitare il crearsi di inutili code. Oltre al buon cibo e agli spettacoli totalmente gratuiti, è bene ricordare che San Vito lo capo, è una delle mete turistiche più belle e attrezzate di tutta la Sicilia, quindi se vorrete, vi aspetteranno anche nuotate in acque cristalline ed escursioni mozzafiato.

Nel 2016 il Paese vincitore è stato la Palestina, e quest’anno si sfideranno: ItaliaAngola, Costa d’Avorio, Francia, Israele, Marocco, Palestina,Senegal, Stati Uniti e Tunisia.

Secondo voi chi vincerà? Vi farò sapere la mia opinione  sulle nostre pagine social, dopo aver assaggiato i piatti…

STAY TUNED e…riprendendo uno degli slogan che più ho amato dell’evento:

“MAKE COUS – COUS NOT WAR”

Ci vediamo a San Vito lo capo nei prossimi giorni!

Vita Maria

Cari amici di scrivere a colori, come state? io così così… ma passerà!

Nonostante tutto non mi dimentico di scrivere per voi.

Oggi vi voglio parlare di un Ristorante che ha una storia centenaria, siete curiosi? e allora che aspettate, Leggete!

Il Ristorante Del Pescatore

Il “Ristorante del Pesatore”,  si trova a Fumone sul Lago di Canterno, il proprietario è Sandro Del Monte.

È un’attività a conduzione familiare tramandata di generazione in generazione, da più di cento anni.

La sua cucina è semplice e legata alle tradizioni familiari, ma capace di creare piatti unici e creativi, usando materie di ottima qualità, lavorando in sede e senza utilizzare niente di semi lavorato.

Ha una sala al coperto capace di ospitare 350 persone, per banchetti e cerimonie con vista sul lago; due splendidi giardini in cui si possono fare foto mozzafiato, grazie al design architettonico con cui sono stati  costruiti e con la capienza di 1500 persone.

Inoltre è anche bar e pizzeria.

Il motto di Sandro è “in ogni cosa che si fa metterci sempre un pizzico di fantasia…” .

Che cos’è la fantasia? Quella che ti permette di volare in alto, fino al raggiungiungere i propri sogni.

Proprio quello che ha fatto il proprietario, che da Cantina ha trasformato la sua attività in un ristorante conosciuto in tutta la provincia di Frosinone e non solo…

Per informazioni e contatti potete visitare il sito www.delpescatore.it e la sua pagina facebook Ristorante del Pescatore.

Tradizione e ricercatezza sono le linee guida del ristorante, ciò fa si che la location sia un luogo perfetto sia per una cena elegante che per una semplice pizza tra amici.

 Noi di Scrivere a colori, abbiamo già l’acquilina in bocca… Vi aspettiamo tutti al “Ristorante del pescatore”! 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: